Topi in casa: i segni che indicano un'infestazione - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 87 9586 oppure scrivici

Topi in casa: i segni che indicano un’infestazione

topo

I topi non sono animali amati da tutti, anzi, in tanti hanno proprio il terrore di questo piccolo roditore. Al di là delle fobie, però, va detto che i topi sono vettori di diverse patologie e questa è una cosa che molti sottovalutano. I topi in casa sono una fonte di rischio, oltre a essere per molti una sgradevole compagnia. Chi ha il sospetto di condividere la propria casa con i topi deve necessariamente fare attenzione a tutti quei segnali che ne attestano la presenza. Anche chi non è un esperto di ratti, infatti, può arrivare ad accorgersi della loro presenza semplicemente ispezionando la propria casa e facendo un po’ di attenzione. Vediamo allora a quali segnali dobbiamo stare attenti per capire se i topi vivono indisturbati assieme a noi.

 

I segnali che indicano la presenza dei topi in casa

 

I topi sono roditori e come ci suggerisce la parola, rosicchiano. Ma cosa? Un po’ tutto! Allora facciamo un giro in casa alla ricerca dei segnali della loro presenza. Se abbiamo sentito qualche rumore sospetto in cantina o in soffitta, o nel garage (i posti meno frequentati sono i loro preferiti per fare il nido e riprodursi indisturbati), ispezioniamo con cura quegli ambienti. Quali tracce possiamo trovare?

topo2Prima di tutto, come stavamo dicendo, controlliamo eventuali cavi elettrici, i topi amano rosicchiarli, quindi se troviamo fili elettrici troncati, possiamo a buona ragione iniziare a pensare che si tratti del lavoro di un topo. Ma non è tutto, perché questi animali rosicchiano tutto, quindi è bene controllare scatole di cartone, materiali in legno, indumenti. Se avete in cantina degli scatoloni con dei libri o con degli indumenti potrete facilmente trovare traccia del loro passaggio.

I topi rosicchiano la carta dei libri e la riducono in pezzetti per poterla utilizzare come materiale per il loro nido quando sono in procinto di partorire Alla carta possono mescolare pezzetti di stoffa e trucioli di legno. Se trovate vecchi abiti con dei buchi, è possibile che siano stati i topi. Il morso di topo sul legno, invece, è ben riconoscibile. I topi rosicchiano con i quattro incisivi anteriori, quelli superiori e quelli inferiori, quindi troverete una sorta di scanalatura nel legno, della dimensione dei loro potenti denti.

Se trovate molto materiale rosicchiato, continuate a cercare perché è molto probabile che ci sia un nido da qualche parte. Se questo è il vostro sospetto, usate anche l’olfatto. In genere l’urina dei topi ha un forte odore di ammoniaca, seguitelo e troverete il nido. In alternativa potete anche aguzzare l’udito, i piccoli, se sono già nati, possono squittire in modo abbastanza percettibile.

 

Gli escrementi sono un segno inequivocabile della presenza dei topi

 

Non solo attraverso l’urina, i topi possono essere individuati anche attraverso le feci. Queste, purtroppo, sono il segno inequivocabile della loro presenza. Le feci dei topi hanno all’incirca la forma di un chicco di riso e la loro grandezza dipende dalla grandezza del topo. La grandezza media degli escrementi è di circa 4-6 mm, ma se si tratta di grossi ratti possono essere anche un po’ più grandi.

Il colore delle feci è marrone scuro-nero. Solitamente si trovano diversi escrementi sparsi più o meno tutti nella stessa zona e lungo il percorso che compie il topo. A tale proposito va detto che bisogna prestare attenzione anche ad altri segnali del suo passaggio.

 

Muri e suppellettili sporche

 

Il pelo del topo, come si può ben immaginare, è sporco. Sembra una cosa scontata, eppure questa informazione ci può tornare molto utile. Provate a guardare bene i muri e le suppellettili più in basso, se trovate degli aloni di sporco potete ipotizzare il passaggio di un topo. Questo, infatti, durante il suo passaggio struscia col pelo lungo le pareti o tra le sedie  o i mobili, quindi rilascia non solo il sudiciume attaccato al suo pelo, ma anche del grasso corporeo, formando delle caratteristiche strisciate di sporco.

 

Segni inequivocabili

 

Tra le cose che possono darvi la conferma della presenza dei topi in casa c’è sicuramente il loro avvistamento. Può capitare, infatti, di vedere il topo che circola guardingo alla ricerca di cibo, oppure, purtroppo, può capitare di trovarne qualcuno morto negli angoli più nascosti. In questo caso è anche possibile rilevare il classico odore della decomposizione. Il cadavere del topo va rimosso, meglio se con qualche paletta o comunque con dei guanti e poi si deve disinfettare tutto molto bene.

 

Topi in casa? Affermativo

 

Se avete trovato la conferma dei topi in casa vostra non tergiversate, correte subito ai ripari. Se avete trovato un nido con i piccoli significa che l’infestazione è seria, chiamate una ditta di professionisti della disinfestazione per eliminare definitivamente il problema e mettervi al sicuro da eventuali malattie. Se invece avete solo avvistato un topolino, perché magari abitate in campagna, non vi allarmate, munitevi di pazienza e iniziate la ricerca.

Potete piazzare delle trappole, oggi in commercio se ne trovano diverse che non arrecano danni all’animale che potrete poi liberare in campagna lontano dalla vostra casa, quindi senza ucciderlo.

topo3

Torna alla lista degli articoli
Top