Guida definitiva per prevenire e eliminare le infestazioni di topi - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Guida definitiva per prevenire e eliminare le infestazioni di topi

Delle volte il pericolo si annida a casa tua, e la parola “annida” è quanto mai appropriata se il pericolo in questione sono i ratti. Le infestazioni di topi, infatti, sono una cosa molto frequente ben più di quanto si possa immaginare e possono rendere davvero difficile la vita di chi, suo malgrado, è costretto a ospitarli. I topi causano un gravissimo danno di immagine se infestano dei locali pubblici, come per esempio degli hotel o dei ristoranti. A tale proposito basti dare un’occhiata alle notizie di pochi mesi fa inerenti una grave infestazione di topi nei ristoranti romani, pare che nella capitale ci sia un abitante ogni due topi, e questo da l’idea della gravità della situazione.

Vi è poi un gravissimo problema di igiene: i topi sono portatori di malattie, tra cui quella più conosciuta è senza dubbio la leptospirosi, ma non è di certo l’unica. E poi c’è da considerare anche il danno economico. Infatti, i topi, in quanto roditori, distruggono cavi, rovinando tal volta anche l’impianto elettrico dell’edificio in cui si sono insediati, o divorando derrate alimentari, distruggendo colture e, in generale, rendendo meno salubre l’ambiente. Tutte queste sono motivazioni ben più che sufficienti per correre immediatamente ai ripari ancora prima che l’infestazione si presenti.

 

Precedi i topi, previeni l’infestazione

 

Ci sono dei luoghi che sono decisamente più a rischio di infestazione di topi di altri, ed è li che bisogna prestare particolare attenzione se non si vuole davvero correre il rischio di ingaggiare una dura lotta contro i ratti invasori. Per esempio, chi vive in campagna o al pian terreno in città è sicuramente più a rischio rispetto a chi abita in un palazzo al 6° piano sebbene i topi, che sono animali molto adattabili, riescono ad arrivare anche negli ultimi piani dei palazzi di città. Ovviamente se vivi in una città dove sono stati avvistati focolai, come purtroppo è accaduto ultimamente a Roma, è necessario stare all’erta e prepararsi al meglio per prevenire un’eventuale infestazione. Vediamo allora cosa bisogna fare per una prevenzione ottimale.

  1. Chiudi tutti i possibili accessi. Se hai notato qualche pertugio, qualche passaggio largo a sufficienza che possa consentire il passaggio dei topi, devi immediatamente chiudere tutto. Se per ipotesi notassi un’apertura, anche di soli pochi cm sulla porta della legnaia, sta certo che i topi potranno liberamente entrarvi e non solo, è anche probabile che l’abbiano già fatto. Controlla bene tutto il perimetro e chiudi rapidamente l’accesso. Lo stesso discorso vale per tutti gli altri ambienti della casa.
  2. Elimina ogni traccia di cibo e di immondizia. Se dalle tue parti si fa la raccolta differenziata di casa in casa, non lasciare mai i contenitori per la raccolta alla mercé dei ratti. Controlla che tutti i contenitori siano sempre ben chiusi: i topi hanno un olfatto eccezionale e basterà il solo odore ad attirarli dalle tue parti. Ricorda di pulire sempre tutto, anche in casa, non lasciare derrate alimentari in giro o immondizia che possa attirarli. Lo stesso discorso vale per il mangime del cane o del gatto, nonché di roditori domestici, tienili sempre sotto controllo e ritira eventuali avanzi.
  3. Controlla periodicamente tutta la casa, soprattutto gli angoli più nascosti in modo da scovare subito eventuali tracce che indichino la presenza dei topi. Ricorda che in questi casi la tempestività della scoperta è assolutamente rilevante. Infatti, scoprire la presenza di un topo rapidamente, significa batterli sul tempo e anticipare un’eventuale riproduzione. I topi sono estremamente prolifici.

 

Come accorgerti che i topi sono già a casa tua

 

Se hai il sospetto che i topi possano essersi già insediati nella tua casa o nel tuo locale, non ti resta che verificarlo e toglierti il pensiero in modo da correre immediatamente ai ripari nel modo più indicato in base alla consistenza dell’infestazione.

Uno dei primi segni della presenza dei topi è il rumore. Se durante qualche momento di silenzio, soprattutto durante le ore notturne, ti capita di sentire dei rumori inusuali, come un grattare, allora è molto probabile che ci siano i topi in casa tua. I ratti, infatti, sono molto attivi durante le ore notturne, mentre è difficile vederli gironzolare durante quelle diurne. Di  giorno, invece, puoi andare a stanarli, ovvero, cercare la loro presenza negli angoli, dietro i mobili, insomma, in tutti quei luoghi ben nascosti e preferibilmente bui e caldi. Può capitarti anche di trovare un solo topo che fa il suo riposino diurno, ma anche un intero nido, per esempio, dentro vecchi bauli, in un cassetto che non apri mai, nella soffitta dentro qualche scatola.

Un altro indizio molto significativo è il forte odore acre che emana la loro urina, per intenderci ha un sentore di ammoniaca ben riconoscibile. Più è forte e persistente l’odore, più l’infestazione sarà seria. Controlla accuratamente eventuali cavi presenti in casa, come i fili della TV, telefono, degli elettrodomestici. Se sono rosicchiati non vi è dubbio il topo, o i topi, hanno già preso possesso della tua residenza. Idem per quanto riguarda le derrate alimentari. Se trovi le scatole della pasta, dello zucchero, del riso, rosicchiate e aperte, non dovresti avere altri dubbi e iniziare a prendere i giusti provvedimenti.

 

Sbarazzarsi dei topi: un lavoro da professionisti

 

Chiariamo subito un punto importantissimo: se il topo è uno solo puoi riuscire a sbarazzartene da solo, ma se sono diversi o se si trovano nel tuo ristorante la cosa migliore che puoi fare è quella di rivolgerti a una ditta di disinfestazioni dove professionisti esperti ti risolveranno il problema in poco tempo e senza conseguenze. Partiamo comunque dal primo caso, quello di una piccola infestazione.
Ci sono diversi metodi che ti consentono di eliminare i topi da casa tua, alcuni poco drastici, altri decisamente più invasivi. La prima cosa che ti possono consigliare è quella di adottare un gatto, ma francamente questa opzione non da garanzie. Come potresti affidare la salvezza della tua casa alla volubilità di un gatto? E qui dipende tutto da lui infatti. Potrebbe capitarti un gatto con un forte istinto della caccia, e allora saresti fortunato, sebbene il gatto abbia poi il piacere di fare bella mostra al padrone dei suoi trofei e potresti ritrovarti il cadavere del topo pure sul tappeto del salotto. Di contro, se il gatto è pigro, non ci sarà niente da fare, lui e il topo potrebbero convivere perfettamente.

Un rimedio decisamente meno aleatorio è invece il classico veleno per topi. Si trova regolarmente in commercio sotto forma di cibo. Come funziona? Le esche vanno posizionate lungo il raggio d’azione dei topi che andranno così a mangiarle. Dopo qualche tempo il veleno (a seconda del tipo di veleno) farà effetto e il topo morirà. Detto così sembra tutto molto semplice. Purtroppo, invece, non lo è. Infatti una volta che il topo ha ingerito il veleno e inizia a capire che sta male, tenderà a nascondersi. Ora iniziano i guai perché l’animale morente si nasconde e finisce per morire senza che tu sappia dove si trova. Questo significa che se non lo troverai entro un tempo ragionevole potresti doverlo cercare seguendo il tremendo odore del corpo che si decompone, con tutto quello che la cosa comporta. Insomma, meglio evitare.

Il veleno, inoltre, ha due grandi contro: in caso ci siano bambini e animali in casa. Purtroppo eventuali animali, cani, gatti o altri animaletti d’affezione, potrebbero essere attratti dal cibo avvelenato e ingerirlo con le tragiche conseguenze che non farai difficoltà a immaginare. Stesso discorso per i bambini piccoli che, incuriositi, potrebbero toccare i bocconi avvelenati, portarli alla bocca, o portare alla bocca le manine dopo averli toccati. Facile intuire il grave rischio che i bambini potrebbero correre.

 

Le trappole

Le trappole possono essere un ottimo metodo per sbarazzarsi dei topi, decisamente meno invasivo dei bocconi di veleno. Queste vanno posizionate in luoghi strategici e, grazie a un’esca appetibile, attireranno il topo che resterà chiuso al loro interno. Sembra una soluzione molto più accettabile rispetto alla prima, ma che può andare bene solo se i topi sono uno o due circa, in caso di un’infestazione importante ti ci vorrà tantissimo tempo per eliminarli tutti, non solo, nel frattempo i topi possono prolificare e la situazione può peggiorare.

 

Cosa può fare un professionista della disinfestazione

 

Se la presenza dei topi è importante allora la cosa più sensata che tu possa fare è quella di affidarti a una ditta di disinfestazione. Ma cosa possono fare dei professionisti? Tanto per cominciare faranno un sopralluogo della tua abitazione, controllando punto per punto e cercando le tracce dei topi. Una volta capita l’entità del problema agiranno di conseguenza. Solitamente, per un risultato rapido e sicuro, si agisce con trappole ed esche con del veleno che provoca la morte del topo. In questo caso però il topo si trova all’interno della trappola e sarà li che morirà, non in giro per la casa creando i problemi appena descritti. In genere viene installata una trappola rat box ogni 20 metri circa, quindi nei luoghi considerati più a rischio quali vani di frigoriferi, intercapedini, coibentazioni.

L’obiettivo è quello di eliminare l’infestazione e riportare le condizioni igieniche nella norma. Per raggiungere questo obiettivo gli operatori fanno un controllo periodico delle esche, sostituendo quelle meno fresche, e dunque meno appetibili, con quelle fresche. Grazie a questo controllo, in un tempo tutto sommato contenuto, i topi vengono eliminati e la casa ripulita dalle loro tracce. Una volta raggiunto quindi questo obiettivo è molto importante non sentirsi già al sicuro. Si dovrà comunque prestare molta attenzione affinché i topi non tornino a occupare la tua casa.

Una buona ditta, infatti, effettua una mappatura delle zone più critiche in modo da avere sempre presente la situazione nel caso i topi ricompaiano.

Ti sembra difficile? Beh da solo sì, effettivamente lo è, ma se vuoi eliminare il problema topi veramente, un consiglio esperto è quello che ti serve, scopri di più https://hampton.it/preventivi/.

Torna alla lista degli articoli
Top