Come attirare una blatta: tutto ciò che stai facendo e non lo sai! - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Come attirare una blatta: tutto ciò che stai facendo e non lo sai!

trappola3

Se hai anche il solo sospetto di avere le blatte in casa, stai correndo un potenziale pericolo. Non si tratta tanto di una questione di gradire poco questo insetto, quanto una questione di salute. Forse non sai che le blatte sono vettori di diverse patologie anche molto serie. Una è il colera. Certo, oggi abbiamo delle condizioni igieniche generali decisamente migliori di quelle delle epoche in cui questa malattia ha fatto migliaia di vittime, tuttavia è sempre bene non abbassare la guardia e prevenire potenziali rischi.

Quello che devi soprattutto cercare di evitare è che le blatte contamino gli alimenti che poi consumi con la tua famiglia, quindi, posto che la miglior cosa da fare è prevenire un’infestazione di blatte, se però le hai già in casa devi immediatamente correre ai ripari ed eliminarle, ecco perché ti serve sapere come attirare una blatta.

 

I segnali che indicano la presenza di blatte nella tua casa

 

Delle volte, se non riesci a scorgere l’animale, è un po’ difficile rendersi conto di avere gli scarafaggi in casa. Infatti questi insetti sono abbastanza schivi e timidi, per cui escono solamente quando tutto è tranquillo, preferibilmente durante le ore della notte, quando tutto attorno è silenzio e nessuno può minacciarli. Indisturbati arrivano alla dispensa o comunque nel luogo dove fiutano l’odore del cibo e partono all’attacco.

trappola02Le blatte mangiano tutto, ma sono particolarmente golose di alimenti particolarmente odorosi. Dai dolciumi al salato, tutto per loro è una grossa tentazione, per cui se dimentichi di spazzare le briciole dal pavimento, si sentiranno praticamente invitate al banchetto. Una volta che si sono rifocillate per bene, le blatte tornano silenziose nella loro tana. Solitamente prediligono gli anfratti bui e lontani dalla presenza di persone o animali.

Sostanzialmente il loro habitat ideale è temperato e umido, con appunto temperature gradevoli, ecco perché la stanza da bagno può essere considerata un ambiente ideale, soprattutto se vi sono mobiletti dove nascondersi. Ma le blatte amano molto anche le cantine e le soffitte, dato che sono luoghi dove generalmente c’è più tranquillità, poco frequentati e tranquilli.

Quindi come ti puoi accorgere se hai le blatte in casa se non le hai mai viste? Devi osservare bene alcuni dettagli. Per esempio un segnale che puoi facilmente notare, è la presenza delle loro feci. Sono come puntini neri e si trovano tutti nel luogo dove le blatte stazionano, e di solito, accanto alle deiezioni, puoi trovare anche residui di cibo. Un’altra cosa che potresti notare sono le ooteche. Queste sono come dei piccoli contenitori dalla forma pressoché oblunga, quasi come un baccello, e contengono le uova delle blatte. Un individuo di sesso femminile può partorire diverse ooteche e dentro di queste possono esserci anche una sessantina di uova.

Se trovi le ooteche hai decisamente un problema di infestazione a casa tua e non puoi pensare di sbarazzarti delle blatte col fai da te.

Un altro segnale della loro presenza è di tipo olfattivo, ma dipende dal tipo di blatta che hai a casa. La Blatella germanica, per esempio, rilascia nell’ambiente un odore acre e fruttato, ma questo avviene quando vi è in corso un’infestazione, per cui se lo senti sei nella situazione di cui sopra: corri ai ripari.

Se invece hai individuato un esemplare, può darsi che non ci sia una vera e propria infestazione, me che i tuoi ospiti siano giusto un paio. In questo caso puoi cercare di sbarazzartene, ma devi riuscire ad attirare la blatta e catturarla.

 

Come attirare una blatta ed eliminarla

 

Ci sono diversi modi per catturare le blatte, alcuni più cruenti di altri, ma tutti efficaci, sta solo a te scegliere se vuoi catturare la blatta viva e liberarla lontano da casa tua o se invece vuoi sbarazzartene in modo definitivo. Quello che però devi sapere prima di cominciare è che se la vista di questo insetto ti suscita ribrezzo, dovrai demandare il compito a qualcun altro perché diversamente potresti fallire nella cattura e non risolveresti il tuo problema. Allora vediamo i vari metodi che abbiamo a disposizione per catturare una blatta.

 

1 Nastro adesivo o colla

 

Questo metodo è un po’ cruento, ma decisamente efficace e assolutamente economico. Puoi utilizzare tanto il nastro adesivo quanto una colla, ma chiaramente non può essere una colla qualsiasi o un nastro adesivo qualsiasi. Il nastro adesivo che ti occorre è quello a fogli e deve avere una forte adesività, diversamente non servirà a nulla. Puoi trovarlo in commercio nei negozi di ferramenta o bricolage ed esiste tanto in fogli quanto in rotoli, vedi tu quello che meglio si adatta alla tua situazione.

Una volta acquistato dovrai stenderlo con la parte adesiva rivolta verso l’alto, ovviamente, se no si appiccicherà al mobile e non ti servirà per lo scopo. Prima di posizionarlo devi scegliere accuratamente il luogo dove sistemarlo. Solitamente i posti migliori sono sui piani di lavoro della cucina, o anche sul pavimento, vicino ai mobili appoggiati al muro, dato che questi insetti preferiscono fare percorsi sicuri e riparati.

Una loro peculiarità, infatti, è che hanno una straordinaria capacità di appiattirsi, per cui possono davvero passare ovunque senza difficoltà.

Trovato il posto migliore, posiziona la tua trappola. Chiaramente le blatte non vanno sulla carta adesiva senza un motivo, quindi ti serve un’esca. Qui puoi spaziare, puoi sistemare al centro della carta adesiva o delle strisce di nastro adesivo, un pezzo di frutta, un pezzo di un affettato, frammenti di biscotti, ma anche delle fettine di cipolla di cui, pare, la blatta sia golosa. In alternativa una punta di un cucchiaino di confettura di frutta, del miele, insomma qualsiasi alimento che sia dolce e odoroso e che attiri la blatta.

Una volta che l’insetto avrà fiutato il cibo, non saprà resistere, andrà a prenderlo e finirà per restare bloccata nella carta adesiva.

Con la colla il meccanismo è lo stesso. Devi però prendere un cartone, come quello delle comuni scatole, devi cospargerlo con della colla ad alta adesività, come per esempio quella che utilizzano i calzolai o i falegnami, posizionare il cartoncino con la colla esattamente come è stato detto per il nastro adesivo. Anche in questo caso devi sistemare un’esca e attendere che la blatta vada a prenderla rimanendo intrappolata.

La differenza tra un metodo e l’altro è che nel primo caso, quindi se utilizzi il nastro adesivo, potrai liberare la blatta lontano da casa, con la colla invece liberare l’insetto è più difficile.

 

2 Bottiglia con esca

 

Se non hai voglia di vedere l’insetto appiccicato alla carta adesiva o alla colla, puoi utilizzare la trappola della bottiglia. Questo metodo è molto semplice, ugualmente economico e abbastanza efficace. Quello che ti occorre è una bottiglia di vetro, di quelle col collo lungo, come quelle che si usano per imbottigliare vino e acqua. Versa nella bottiglia del vino, giusto due dita, ma anche un altro liquido dolce va bene, come del succo di frutta,  può andare bene, oppure puoi sciogliere del mele in acqua tiepida e versarlo all’interno della bottiglia. Prima di posizionare la trappola però dovrai ungere con dell’olio l’imboccatura dall’interno.

In questo modo le pareti della bottiglia saranno scivolose e la blatta non riuscirà più a uscire. Ora devi solo posizionare la bottiglia in un luogo di passaggio dell’insetto e fare si che sia facilmente accessibile.

 

3 Barattolo con esca

 

Questo metodo è molto simile al primo, ma invece di utilizzare una bottiglia dovrai utilizzare un barattolo, come quelli dei sottaceti o delle confetture. Per attrarre le blatte posiziona l’esca all’interno del barattolo, può andare bene sia un liquido che un’esca solida, come quelle che abbiamo visto prima. Ora però devi avere un’accortezza. In questo caso dovrai ungere bene le pareti del barattolo in modo da renderle assolutamente scivolose o la blatta scapperà. Puoi quindi ungerle con dell’olio vegetale, con del burro, ma anche con una pomata alla vasellina. Una volta che la blatta finirà nel barattolo non riuscirà più a uscire e tu potrai sbarazzartene nel modo che credi più opportuno.

 

4 Trappole già pronte

 

trappola01Se non vuoi perdere tropo tempo con i metodi fai da te, in commercio puoi trovare una trappola per blatte già pronta. Queste sono delle piccole trappole, come delle scatoline con degli ingressi, al cui interno si trovano cibi particolarmente graditi dalle blatte, cibi avvelenati, che eliminano la blatta rapidamente. Devi acquistarli, togliere le eventuali linguette di sicurezza e posizionarli in luoghi strategici dove la blatta passa di solito, quindi angoli, anfratti bui e poco frequentati.

Una volta che avrai catturato la blatta potrai buttare tutto assieme. Se usi questa trappola però devi fare attenzione se hai bambini piccoli o animali in casa, tienili fuori dalla loro portata.

 

Se l’infestazione è grande il fai da te non va bene

 

Queste trappole molto economiche e tutto sommato abbastanza risolutive, nel caso in casa tua ci siano una o due blatte, non sono invece assolutamente efficaci in caso di infestazione grande. Se hai trovato le ooteche, come abbiamo visto prima, o se hai sentito un forte odore acre in qualche angolo della casa, magari il più nascosto, è possibile che l’infestazione sia piuttosto grossa e allora sì che può essere un problema. Se non corri ai ripari le conseguenze potrebbero essere serie, soprattutto se hai bambini piccoli.

La cosa migliore che puoi fare è chiedere una consulenza a un professionista del settore della disinfestazione da blatte che, in base all’infestazione, saprà valutare il metodo più efficace per il tuo caso. Solitamente una ditta specializzata impiega pochissimo tempo per debellare un’infestazione di blatte in una casa, dopo di che segue un attento monitoraggio che serve per valutare se la disinfestazione è stata risolutiva o se occorre ancora un altro intervento.

Un esperto agisce sia sugli insetti adulti che sulle ooteche che son difficilissime da penetrare con gli insetticidi e che per tanto vanno distrutte.

Torna alla lista degli articoli

Quali blatte volano?

Blatte volanti Le blatte sono un ordine di insetti molto numeroso: ci sono più di 4000 specie. Vivono praticamente dovunque,…

Approfondisci
Top