Uova di scarafaggio: come riconoscerle ed eliminarle - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 87 9586 oppure scrivici

Uova di scarafaggio: come riconoscerle ed eliminarle

ooteca

Hai individuato la presenza di blatte o scarafaggi dentro casa? Allora è il momento di iniziare la lotta per eliminare questi insetti dalla tua casa. Le blatte, infatti, oltre a suscitare un forte senso di repulsione sono effettivamente insetti pericolosi in quanto veicolano moltissimi patogeni, e la loro presenza in casa può essere causa di gravi forme asmatiche in soggetti particolarmente sensibili. Gli scarafaggi (o blatte) sono insetti antichissimi che si sono adattati a vivere benissimo nell’ambiente urbano a stretto contatto con l’uomo e con gli animali domestici. L’uomo stesso, mediante lo spostamento delle merci, soprattutto per mezzo delle navi, ha favorito la diffusione di questi insetti in tutte le parti del mondo. Oggi le blatte vivono praticamente ovunque. Le blatte sono, inoltre insetti molto prolifici, per cui i primi segni di infestazione non vanno mai sottovalutati.

 

Riconoscere le uova di scarafaggio

 

parto scarafaggioI primi segni di presenza delle blatte in un’abitazione che spesso passano inosservati sono le loro uova o meglio le “ooteche”. Le blatte infatti, non depongono le uova singolarmente, ma più uova contenute all’interno di un ulteriore involucro che ha la forma di un piccolissimo astuccio di colore bruno-rossastro. Questo involucro è detto ooteca e le femmine delle blatte disseminano le loro ooteche nell’ambiente, tendenzialmente in luoghi al buio o nascosti. Alcune specie trasportano l’ooteca fino a liberarla quando le uova si stanno per schiudere (Blattella germanica), tuttavia anche le ooteche da cui sono già nate delle blatte possono essere ritrovate nell’ambiente e non sono distinguibili da quelle già schiuse. La morfologia delle ooteche cambia in base alla specie di blatta presente, per cui dalle ooteche è possibile spesso capire anche con quale tipo di blatta abbiamo a che fare anche senza averne mai visto le forme adulte.

 

Uova degli scarafaggi più comuni in Italia

 

Blatta orientalis: le femmine adulte vivono anche 180 giorni e producono circa 8 ooteche contenenti 16-18 uova ciascuna. Le ooteche vengono liberate nell’ambiente in posti freschi, bui e riparati e possibilmente vicino a fonti di cibo. Sono di colore rosso-bruno e lievemente asimmetriche e lunghe circa 1 centimetro. Hanno una maturazione molto lunga nell’ambiente (40-50 giorni) per questo motivo le infestazioni possono essere molto persistenti.

Blattella germanica: le femmine di questa specie, producono solo 4 ooteche per tutta la loro vita che dura circa tre mesi. Tuttavia, ciascuna ooteca contiene 44 uova che schiudono nell’arco di 4-5 settimane per cui ad ogni schiusa l’ambiente viene invaso da molti piccoli nuovi individui che si riprodurranno in pochissimo tempo. Pertanto, se non si interviene rapidamente, a causa del potenziale riproduttivo di questa blatta, l’infestazione può diventare veramente seria e grave. Le ooteche sono simmetriche lunghe circa 6 millimetri e di colore marroncino chiaro lucido e vengono deposte in crepe e fessure in ambienti caldi e umidi.

Periplaneta americana: la blatta americana, lunga anche 5 cm, vive anche più di un anno e depone da 10 a 90 ooteche nell’arco della sua vita, che contengono 16 uova. Le ooteche deposte vengono fissate su una superficie in un punto ben nascosto e protetto per cui non è facile individuarle, e schiudono in 1-2 mesi. Sono lunghe 8 millimetri e hanno un colore bruno molto scuro.

Supella longipalpa: detta blatta dei mobili in quanto si nutre volentieri anche di legno e carta. Depone circa 20 ooteche molto piccole (3-4 millimetri) di colore marroncino nocciola e simmetriche. Da ciascuna ooteca nascono 16 nuovi individui che riescono a sopravvivere anche in ambienti e climi secchi.

Come detto, trovare le ooteche non è facilissimo, spesso ci si può confondere con le feci degli scarafaggi, che sono dei puntini neri, bisogna quindi sapere prima di tutto dove andare a cercare: generalmente i posti più apprezzati dalle femmine di scarafaggio per deporre le uova sono le cantine, le soffitte, ma anche armadi e cassetti in genere, soprattutto quelli meno utilizzati.

 

Come sbarazzarsi delle uova di scarafaggio

 

scarafaggini

Il discorso sulle uova delle blatte può suonare certamente poco simpatico per qualcuno, tuttavia, se hai le blatte in casa non hai molte soluzioni, devi eliminarle.

Le ooteche sono forme di resistenza nell’ambiente e sono impermeabili a qualunque formulazione insetticida, quindi l’unico modo di sbarazzarsene è quello di raccoglierle e chiuderle in un contenitore sigillato per poi gettarle. Purtroppo quindi i normali metodi classici che si usano per eliminare l’insetto adulto, con le uova non sono efficaci e il rischio è che nel giro di poco tempo l’infestazione si ripresenti.

Se vuoi eliminare le uova devi rimuoverle dal posto in cui si trovano ed eliminarle. Devi quindi raccogliere le ooteche, anche utilizzando un aspirapolvere, chiuderle in un sacchetto ben sigillato e allontanarle da casa. Le puoi eliminare coi rifiuti in un sacco ben chiuso.
                    

Torna alla lista degli articoli
Top