Uova di scarafaggio, come riconoscerle ed eliminarle - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Uova di scarafaggio, come riconoscerle ed eliminarle

ooteca

Hai gli scarafaggi in casa? Allora devi iniziare subito la lotta per sbarazzartene o potresti incorrere in problemi davvero molto seri.

Non si tratta solamente di una questione di repulsione verso un insetto che di sicuro per i più non ha un aspetto piacevole, ma soprattutto di una questione d’igiene e di sicurezza per tutta la famiglia.

Purtroppo, infatti, gli scarafaggi contaminano il cibo, sporcano e trasmettono patologie, quindi non si tratta di una cosa da prendere proprio alla leggera. Meglio correre subito ai ripari anche perché gli scarafaggi sono molto prolifici e sono in grado, per ciascuna femmina, di deporre dalle 30 alle 50 uova, fatti un paio di conti e pensa a come agire prima che sia tardi.

 

Riconoscere le uova di scarafaggio

parto scarafaggioSe in casa hai gli scarafaggi, è logico che questi abbiano deposto anche le uova, quindi il primo passo da fare è quello di scovarle le blatte ed eliminarle.

Ma trovare le uova non è così semplice, gli scarafaggi non sono stupidi e per garantire la continuazione della specie, quindi, non depongono le uova in luoghi che non siano assolutamente protetti.

Difficile imbattersi nelle uova, ma puoi trovarle, solo che per farlo devi sapere come sono, così potrai riconoscerle.

Ci sono diversi tipi di uova che si differenziano a seconda dello scarafaggio o blatta che li ha deposti.

Tra gli infestanti di questa categoria, le più comuni nel nostro Paese sono la blatta orientale, la blatella germanica e la blatta americana. Tutti e tre, così come gli altri tipi di scarafaggi, depongono le uova all’interno di uno speciale involucro che si chiama ooteca.

Immagina come una sacca al cui interno vi sono diverse uova, circa 40-50 per ogni ooteca. Ogni femmina può deporre circa 60 ooteche per volta, quindi il numero di piccoli invasori diventa esponenziale, bastano sole due femmine per invadere la casa e dare luogo a un’infestazione seria. Vediamo ora come si differenziano le uova.

 

Uova degli scarafaggi più comuni in Italia

Blatella orientale: le uova di questo insetto sono racchiuse all’interno di un’ooteca marrone scuro, leggermente asimmetrica, e che può arrivare a una lunghezza di circa 0,9 cm.

L’ooteca non viene fissata al suolo e al suo interno si trovano circa 16 uova. Un femmina di blatella orientale depone circa 8 ooteche. I luoghi preferiti per la deposizione sono possibilmente al buio, caldi, riparati e vicino a fonti di cibo.

Queste uova impiegano in media dai 37 agli 81 giorni per la schiusa, dopo di che verranno alla luce le ninfe, che resteranno tali per 24-140 settimane, fino a diventare insetti adulti, pronti a riprodursi.

Blatella germanica: l’ooteca di questo insetto è lunga circa 0,6 cm, quindi abbastanza visibile, ha un colore marrone lucido e ha 16 divisioni.

Al suo interno possono essere contenute circa 40 uova e ogni femmina depone attorno alle 6 ooteche in un anno. In genere, questa, preferisce fessure e crepe per deporre, e lo fa poco prima del termine della schiusa.

L’uovo impiega circa 14-35 giorni per schiudersi, poi l’insetto deve superare 7 stadi ninfali in un periodo che può arrivare fino a 31 settimane prima di diventare un insetto adulto in grado di riprodursi.

Blatella americana: l’ooteca di questo insetto è di colore marrone scuro, simmetrica e ben modellata. Ha una lunghezza di circa 0,8 cm, e anche questa si vede abbastanza bene.

In ogni ooteca possono essere contenute circa 16 uova, ma la cosa spaventosa è che la femmina può arrivare a deporre un’ooteca alla settimana! Quando la depone la incolla su una superficie ben nascosta e protetta.

Il numero delle ooteche può oscillare dalle 15 alle 90. L’uovo si schiude dopo circa 29-58 giorni e l’insetto supera quindi 9-13 stadi ninfali prima di poter essere considerati un adulto fertile, passa quindi un periodo di 22-139 settimane prima di finire tutti gli stadi ninfali.

Come detto, trovare le ooteche non è facilissimo, spesso ci si può confondere con le feci degli scarafaggi, che sono dei puntini neri, bisogna quindi sapere prima di tutto dove andare a cercare: generalmente i posti più apprezzati dalle femmine di scarafaggio per deporre le uova sono le cantine, le soffitte, ma anche armadi e cassetti in genere, soprattutto quelli meno utilizzati.

 

Come ci si sbarazza delle uova di scarafaggio

scarafagginiIl discorso sulle uova di scarafaggio può essere poco simpatico per qualcuno, tuttavia, se li hai in casa non hai molte soluzioni, devi eliminarle.

E qui bisogna fare molta attenzione al fai da te perché purtroppo i normali metodi che si usano per eliminare l’insetto adulto, con le uova non è efficace e il rischio è che ti ritrovi davvero con un’invasione.

Se vuoi eliminare le uova devi rimuoverle dal posto in cui si trovano. Le ooteche, infatti, sono molto resistenti e col fai da te il metodo più efficace è la distruzione. Devi quindi prendere le ooteche, allontanarle dalla casa e distruggerle. Le devi davvero distruggere, in modo da impedire la schiusa delle uova.

Inoltre devi pulire bene il luogo dove hai trovato le ooteche, meglio disinfettare, così da non correre rischi e devi controllare che non ce ne siano delle altre. Se ne trovi diverse meglio chiamare una ditta di disinfestazioni e eliminare il problema definitivamente.

 

Torna alla lista degli articoli
Top