Allarme blatte giganti volanti, stanno arrivando, corri ai ripari! - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Allarme blatte giganti volanti, stanno arrivando, corri ai ripari!

invasione blatte

Il caldo è piacevole, ci da la possibilità di trascorrere magnifiche giornate all’aperto, ma c’è anche il rovescio della medaglia, e cioè che con il caldo arrivano una serie di insetti più o meno fastidiosi, pericolosi, poco piacevoli. Insomma, sembra valere il detto: non c’è rosa senza spine, e quindi, per goderci l’estate, dobbiamo necessariamente correre ai ripari e cercare di contenere la presenza di questi infestanti il più possibile. Proprio in questi giorni sono state segnalate le prime presenze di blatte giganti volanti, delle blatte di grandi dimensioni che possono volare e, si, quello che state pensando è vero, anche di caderci sulla testa, quando stiamo tranquillamente passeggiando per le vie della città. Del resto lo scorso anno a Napoli era stata registrata una vera e propria invasione di blatte volanti che si divertivano a terrorizzare turisti e cittadini. C’è poco da scherzare però, perché il problema è serio e a breve potremmo tutti comprenderne le proporzioni.

 

Perché le blatte volanti volano

 

Sarebbe troppo semplicistico dire perché hanno le ali. Molte altre specie di blatte posseggono le ali eppure non volano, ma le blatte giganti hanno un motivo particolare per cui si librano in volo: l’amore. Eh già, proprio l’amore, o meglio, l’accoppiamento. Le blatte volanti, udite udite, si accoppiano durante il volo. Ora, per quanto la motivazione possa essere romantica, la scena non è delle più piacevoli, visto e considerato che i due amanti, sovente, perdono l’equilibrio e giù, su capelli, braccia, camicette. Se state già pensando bleah che schifo aspettate, perché il suolo si può veramente riempire di questi insetti grandi, talvolta anche quanto un dito. E se già il disgusto non fosse sufficiente, aggiungiamo il carico da novanta: questi insetti non troppo amati possono anche veicolare delle malattie, alcune delle quali serie. Si cari, le blatte possono trasmettere il colera e il tifo, ma senza scomodare queste patologie serie, sono anche causa di infezioni virali che causano dissenteria  e allergie varie.

Niente panico però perché l’obiettivo è quello di tenere questi insetti il più lontano possibile dalle nostre case e per farlo possiamo seguire questi facili consigli che ci aiuteranno a gestire quella che, se accadrà come lo scorso anno, in molte città sarà una vera e propria emergenza.

 

Come evitare che le blatte volanti ci entrino in casa

 

Per prima cosa non dobbiamo andare nel panico, perché così facendo corriamo il rischio di fare le cose male e ottenere risultati opposti a quelli che ci interessano. Iniziamo a conoscere le blatte, volanti o meno. Sono insetti che prediligono gli ambienti caldo umidi, ma cosa li porta all’interno delle nostre case? Ovviamente la possibilità di trovare del cibo, e come sanno che abbiamo del cibo? Lo avvertono, gli insetti come le blatte sono molto bravi a rilevare la presenza di derrate alimentari. Quindi si deduce che la prima cosa da fare sia quella di gettare via l’immondizia tutti i giorni, o almeno conferirla nell’apposito contenitore avendo cura di chiudere bene il coperchio affinché le blatte non vi possano entrare.

scarafaggiBisogna poi curare molto bene l’igiene della casa: evitiamo di accumulare cose che non servono, come vecchie riviste, scatole di cartone, vecchi abiti, soprattutto in quelle stanze dove di rado si entra quali scantinati, soffitte e ripostigli. Ma la cosa più importante è quella di curare l’igiene della cucina. Eliminiamo sempre i residui di cibo dopo aver preparato i pasti, non accumuliamo i piatti sporchi nel lavello e mettiamo nel contenitore esterno l’umido. Per impedire alle blatte volanti di accedere alla nostra casa valgono le stesse regole che osserviamo per le altre blatte. Si dovrebbero sempre chiudere i buchi di scarico dei lavandini, bidet, vasca o doccia, e chiudere il coperchio del water, in particolar modo durante le ore notturne. Una o due volte alla settimana dobbiamo versare in tutti gli scarichi un prodotto igienizzante, preferibilmente candeggina, evitiamo invece di utilizzare acidi o sostanze corrosive che vanno a rovinare le tubature. Le blatte arrivano anche dalle fogne, ecco perché si devono prendere questi accorgimenti. Inoltre, poiché le blatte volanti volano, appunto, potrebbero cadere sui nostri davanzali, ecco perché sarebbe opportuno installare delle zanzariere, in modo da tenere lontani non solo questi insetti, ma anche evitare le punture delle zanzare.

 

E se le blatte sono già entrate in casa?

 

Se le blatte sono già arrivate all’interno della nostra casa il problema si fa serio, ma è comunque gestibile, Per prima cosa dobbiamo controllare se effettivamente si tratta di uno o due esemplari che abbiamo visto girare per casa o se questi abbiano avuto già la possibilità di prolificare dando il via a una vera infestazione. Cosa fare allora? Sicuramente andare a controllare molto bene in tutti quegli angoli bui e caldi della casa, controlliamo dietro ai divani, armadi, mobili che non spostiamo praticamente mai, dietro a scatole. In genere possiamo trovare degli escrementi o se l’infestazione è iniziata, possiamo trovare esemplari piccoli. E a questo punto che si fa? A questo punto si comincia la lotta.

 

Prodotti anti blatte

 

Se l’infestazione è piccola possiamo gestirla anche da soli, ma dobbiamo fare attenzione ad acquistare i prodotti giusti. Le trappole, purtroppo, non sempre sortiscono l’effetto desiderato, quindi ci si può trovare, dopo qualche giorno, senza aver visto miglioramenti. Le polveri e i repellenti in spray non sempre sono efficaci, quindi il consiglio è quello di acquistare un prodotto professionale, come il Solfac gel, http://hampton.it/shopping/solfac-gel.php. Questo prodotto è la soluzione fai da te più efficace, di facile utilizzo e a costi contenuti. In commercio si trova con un kit di cartucce pronte all’utilizzo e che possono essere utilizzate per un intero ciclo di disinfestazione blatte che si compone di 3 interventi da effettuare ogni 15 giorni. Il prodotto è efficace, ma al contempo sicuro. Infatti ha delle basse concentrazioni di principio attivo che lo rendono così sicuro nel caso in cui nel luogo in cui viene utilizzato vi siano bambini piccolo o animali domestici. Ma bassa concentrazione di principio attivo non significa che il gel sia inefficace, al contrario, pronto all’utilizzo si può applicare in soli 10 minuti. Inoltre è un gel che si può utilizzare anche negli ambienti con presenza di alimenti, quindi nella cucina o sala da pranzo.

trappolaMa come funziona il gel? A differenza di altri prodotti questo gel viene trasportato dalle blatte direttamente nel nido e così elimina tutti gli esemplari. In genere le tre sessioni di trattamento sono sufficienti, per capire se la disinfestazione è andata a buon fine si può utilizzare il cartone collante, una trappola che farà subito vedere se vi sono ancora blatte in casa o meno. In genere se si tratta di un’infestazione modesta, i trattamenti sono più che sufficienti e nel giro di tre settimane il problema è eliminato, vale poi sempre la regola che l’infestazione si deve prevenire prima che diventi un vero problema.

 

Infestazione di grandi dimensioni

 

Se invece l’infestazione non fosse contenuta, e soprattutto se avviene in un locale di ristorazione o una struttura ricettiva, l’utilizzo dei metodi fai da te non è consigliato. In questo caso è meglio affidarsi a una ditta di disinfestazioni. Il problema per i locali aperti al pubblico è che un cliente veda anche una sola blatta per mandare all’aria anni e anni di lavoro per ottenere una buona reputazione. Ma non è tutto, perché il cliente potrebbe essere non solo disgustato, e quindi ovviamente va via, no, potrebbe addirittura richiedere l’intervento dei nas e mettere il titolare del locale in seria difficoltà. In questo frangetene, infatti, le multe sono molto salate, ma non solo, dato che si potrebbe addirittura arrivare a una chiusura del locale.

 

Come opera una ditta di disinfestazione

 

Una ditta seria prima di tutto viene a casa o nel locale a fare un sopralluogo. Solo in questo modo si può rendere conto della portata del problema, se quindi si tratta di un’infestazione importante. Le blatte, di tutti i generi, incluse quelle volanti, sono molto prolifiche, quindi nel giro di breve tempo c’è il rischio che l’infestazione diventi veramente ingestibile. Una cosa che si poteva risolvere in pochi giorni di lavoro diventa un vero e proprio problema sanitario, anche perché le blatte, come avevamo detto all’inizio di questa breve guida, sono portatrici di diverse patologie. Quindi dopo aver effettuato un sopralluogo, la ditta fa un preventivo, dopodiché  inizia a programmare la migliore strategia di intervento. Se tutto viene eseguito come si deve, l’infestazione viene eliminata in pochi giorni e subito si può ritornare alla normalità, quindi a frequentare tutti gli ambienti della casa o del ristorante senza aver timore di incappare in qualche brutta sorpresa.

 

Costi del servizio

 

Ovviamente con l’acquisto del prodotto in gel per la disinfestazione fai date si spende davvero poco, i prezzi, infatti, sono contenuti proprio per dare a chi ha una piccola infestazione, l’opportunità di eliminarla senza gravare eccessivamente come spese. Per quanto riguarda la disinfestazione professionale, invece, si deve tenere presente che i costi variano in funzione di alcuni fattori, tra cui fondamentalmente la dimensione del locale o dei locali da disinfestare, ma non solo, perché in genere si considera anche l’entità dell’infestazione, dato che in base a questa si programma la strategia adatta per quella specifica circostanza. In ogni caso si parla comunque sempre di prezzi abbordabili, soprattutto in base al tipo di problema che si andrebbe a eliminare, scopri di più: http://hampton.it/preventivi/.

 

Un ultimo trucchetto

 

Per verificare la presenza di blatte e, con un po’ di fortuna eliminarne anche qualcuna, possiamo riempire una ciotola di vino e posizionarla in un luogo tranquillo dove le blatte possano avventurarsi indisturbate. Lasciamo la ciotola per qualche giorno e poi andiamo a controllare. Se al suo interno ci sono delle blatte ovviamente avremo la conferma di avere ospiti non invitati in casa, diversamente spostiamo la ciotola in un’altra zona e proviamo per un paio di volte, se non accade nulla possiamo tirare un sospiro di sollievo.

 

Torna alla lista degli articoli
Top