Blatte in casa, quanto è a rischio la tua salute? - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Blatte in casa, quanto è a rischio la tua salute?

Blatte in casa: tutto ciò che bisogna sapere

Cosa sono le blatte?

All’interno di un’abitazione può succedere di trovarsi a dover affrontare un’infestazione di blatte. Questi insetti possono essere particolarmente nocivi per la salute delle persone che si trovano all’interno di una casa, motivo per cui è bene conoscere attentamente cosa bisogna fare.

Innanzitutto va precisato che le blatte sono degli scarafaggi che sono sempre alla ricerca di nutrimento, motivo per cui se ci si accorge della presenza di un esemplare non è da escludere che possano essercene altri.

L’habitat ideale di questa classe di scarafaggi sono per lo più:

  • i luoghi umidi
  • poco illuminati
  • non esposti a temperature eccessivamente calde

Le blatte, perciò, tendono ad essere presenti e riprodursi in ambienti della casa come la cucina ed il bagno, ovvero le due camere che maggiormente rispecchiano le condizioni ideali per la loro vita.

Grossa attenzione va fatta anche alla possibile presenza di derrate alimentari o rifiuti in casa in quanto essendo sempre alla ricerca di nutrimento esse tendono ad insediarsi molto facilmente. La presenza delle blatte può essere riscontrata anche nei bagni, in quanto l’acqua può essere un ottimo ricettacolo di sostanze gradite a questi scarafaggi. La presenza delle blatte in casa può essere evidente nel momento in cui ci si accorge della presenza di piccole palline marroni che sono i loro escrementi.

Oppure, dato che esse non amano stare alla luce, ma preferiscono il buio, si può notare la loro presenza anche accendendo improvvisamente una luce. Nel caso in cui ci si accorga di blatte in casa alla luce vuol dire che l’infestazione potrebbe essere già ad un grado abbastanza avanzato.

Quanti tipi di blatte esistono

Quando si parla di blatte non si fa riferimento ad un unico esemplare, ma ad una famiglia di scarafaggi. Ne esistono diverse tipologie e tutte con proprie caratteristiche in base all’habitat che preferiscono o alle condizioni in cui riescono a sopravvivere.

Grosso modo tutte le blatte prediligono condizioni di umidità e temperature miti per poter vivere e riprodursi, motivo per cui la casa può essere un luogo ideale dove possono insediarsi.

Una delle blatte più presenti all’interno delle abitazioni è sicuramente la germanica che è una tipologia che preferisce per lo più condizioni di umidità e bagnato. Ecco perché questa tipo di blatta sopravvive bene all’interno del bagno o in alcuni spazi della cucina, soprattutto a contatto con rubinetti, tubature ed altri scarichi.

Esistono anche le blatte nere che sono degli scarafaggi particolarmente sgradevoli anche alla vista e che, a differenza delle germaniche, si spostano in modo rapido sulle zampe e non volano. Queste blatte possono essere pericolose per la salute e tendono a proliferare per lo più in zone dove è presente immondizia o scarti di cibo.

Attenzione perciò va fatta anche alla pulizia degli ambienti esterni della casa.

C’è anche la blatta americana che è molto diffusa e che tende a proliferare in zone buie della casa e poco esposte: infatti la si può trovare con grossa probabilità in tetti e sottotetti ed altre zone dove vi sono accumuli di legno e particolarmente umide.

Pericolosa per la salute umana è anche la blatta marrone che tende a vivere all’interno di motori di elettrodomestici, soffitti e solai dove trovano le migliori condizioni per vivere.

Attenzione alle blatte: pericoli per la salute

Bisogna stare particolarmente attente alla valutazione della presenza di blatte all’interno di una abitazione. I pericoli per la salute potrebbero essere notevoli e creare non pochi problemi. La prima cosa che va ricordata è che questi scarafaggi sono estremamente sporchi, anche perché prediligono ambienti dove si trova sporcizia, spazzatura, scarti di cibo e quant’altro. Ecco perché, anche per questioni igieniche, bisogna tenere sempre gli occhi ben aperti e provvedere alle contromisure più idonee.

Tre sono soprattutto le malattie che vengono trasmesse dalle blatte e sono molto dannose per l’organismo umano:

  1. la tubercolosi
  2. la tenie
  3. l’epatite

blatte-in-casaMentre per le prime due è possibile porre rimedio anche in tempi abbastanza stretti con opportuni farmaci e trattamenti terapeutici, nell’ultimo caso potrebbe essere particolarmente problematica la risoluzione. In particolare, bisogna fare grande attenzione soprattutto all’interno di quelle abitazioni dove sono presenti bambini o persone anziane.

Infatti le blatte potrebbero determinare più facilmente disturbi e patologie in questi soggetti che hanno un sistema immunitario più deficitario rispetto a quello di un soggetto adulto sano. Senza dimenticare che possono essere pericolosissime anche in caso di donne in gravidanza, ecco perché bisogna subito agire e prendere le giuste contromisure.

Altri problemi alla salute umana che vengono causati dalla presenza delle blatte possono essere i disturbi del sistema gastrointestinale, respiratorio, oltre che problemi di prurito a livello della pelle.

Quali contromisure alle blatte?

Quando ci si accorge della presenza anche di un solo esemplare di blatta è necessario provvedere ad alcune contromisure al fine di evitare spiacevoli problemi per la salute. Innanzitutto bisogna provvedere immediatamente ad una efficiente pulizia degli ambienti domestici infestati o in cui sono stati rinvenuti escrementi o esemplari di blatte. La pulizia va fatta in maniera meticolosa utilizzando gli opportuni prodotti e garantendo un igiene completo per chi abita in casa.

Nel caso in cui anche dopo la pulizia attenta della casa ci si accorga di esemplari di blatte presenti, è necessario provvedere ad altre soluzioni efficaci.

Esistono diverse aziende che si occupano nello specifico di disinfestazioni e che potranno essere di grande aiuto nell’eliminazione di blatte ed altri scarafaggi. Vengono utilizzate tecniche innovative e che prevedono strumentazioni di nuova generazione, oltre ai classici prodotti chimici che da tempo vengono usati contro gli scarafaggi.

Sicuramente bisogna evitare di scegliere il rimedio da soli oppure affidarsi ai cosiddetti rimedi della nonna: potrebbero non essere efficaci e determinare anche altri problemi di infestazioni all’interno della casa.

Motivo per cui è sempre bene affidarsi a validi professionisti che sapranno effettivamente consigliare la migliore strategia contro le blatte in casa. Questo perché verrà studiata un apposito rimedio contro gli scarafaggi in casa senza determinare problemi di tossicità per chi ci vive dentro.

Come intervenire contro la presenza delle blatte

Sarà importante tenere sempre a mente che le blatte possono essere eliminate in modo efficace dalla casa solo se si attuano delle contromisure efficaci ed opportune. Chiedendo consiglio o affidandosi all’intervento di esperti, si potrà ottenere un ottimo rimedio contro la presenza di questi pericolosi scarafaggi in casa.

In primo luogo, dopo aver provveduto ad un’attenta pulizia della casa e delle zone che potrebbero essere infestate, si può procedere all’applicazione di sostanze chimiche contro le blatte. Sarebbe preferibile evitare di utilizzare spray o disinfestanti chimici che si trovano presso ferramenta o anche nei supermercati. Si tratta di prodotti commerciali che avrebbero come unico risultato quello di far nascondere le blatte per qualche tempo per poi farle ricomparire successivamente.

Dunque un effetto molto blando e che non va certo ad eliminare in modo efficace la contaminazione. Un’alternativa molto efficace per eliminare le blatte dalla propria abitazione può essere quella di utilizzare un gel alimentare.

Si tratta di un prodotto chimico che va ad agire sulla catena alimentare delle blatte causandone la morte anche in tempi brevi. Questo prodotto agisce in maniera molto particolare e forte: infatti va ricordato che le blatte, oltre che di sostanze organiche che trovano nell’ambiente, si nutrono anche dei loro simili che sono morti.

Questi parassiti, perciò, mangiano altre blatte e nel momento in cui ne mangiano una che ha ingerito precedentemente il gel, essa ne viene a contatto e in poco tempo morirà.

Ovviamente l’utilizzo del gel non va fatto una tantum, ma bisogna usarlo per diverse volte in maniera tale che si abbia una trasmissione verticale dell’effetto del gel. In pochi giorni i pericoli legati alla presenza delle blatte saranno solamente un lontano ricordo.

Gel contro le blatte: perché sceglierlo

Indubbiamente molti pensano che il rimedio più efficace per le blatte possano essere i disinfestanti chimici ed altri spray disponibili in commercio. Non tutti però conoscono la tossicità che essi possono avere nei confronti dell’organismo umano. Si tratta, infatti, di sostanze gassose che hanno l’obbiettivo di sterminare una famiglia di scarafaggi motivo per cui hanno un’azione abbastanza marcata.

Nel momento in cui vengono spruzzati questi spray in casa ci potrebbero essere problemi di respirazione oltre che a livello cutaneo con irritazioni di vario genere. Senza trascurare anche le allergie che molto spesso possono essere causate da questi prodotti.

La scelta del gel potrebbe risultare non solo quella più efficace nell’eliminazione delle blatte, ma anche quella più sicura.

Oltre ad avere un’azione drastica contro questi scarafaggi, non ha alcuna tossicità nell’uomo essendo completamente ecologico oltre a non puzzare e a non lasciare alcun tipo di residuo né sui tessuti né su altre superfici che sono presenti all’interno della casa.

Tenere lontane le blatte: ecco come fare

Oltre ai rimedi da mettere in atto nel momento in cui risulti evidente l’infestazione di blatte, è bene considerare anche alcune soluzioni per tenere lontani questi parassiti dagli ambienti di casa. Dato che essi trovano ottime condizioni per sopravvivere all’interno di cucine, bagni, sgabuzzini ed altri posti umidi, bisogna fare attenzione ad alcune piccole operazioni.

In primis, bisogna fare grossa attenzione a come si conservano le riserve di cibo e tutti i rifiuti organici presenti in casa.

Ecco perché bisogna evitare di accumulare rifiuti che possano essere ricettacolo di blatte ed altri esemplari di scarafaggi.

Inoltre, bisogna sempre mantenere alto il livello della pulizia in casa evitando di lasciare residui di cibo ed altri rifiuti sotto tavoli ed elettrodomestici. Sarà utile anche riporre i rifiuti all’interno di appositi contenitori chiusi, magari fuori casa su un terrazzo o balcone.

In questo modo si ridurrà il contatto dei rifiuti con agenti esterni. Per evitare lo sviluppo di blatte anche nelle ore notturne bisogna evitare di lasciare acqua all’interno di bacinelle o lavandini.

Questo potrebbe essere un habitat perfetto per le blatte che non troverebbero ostacoli per la loro crescita. Pulire sempre anche le ciotole di cibo ed acqua per animali domestici che potrebbero subire danni dei parassiti.

 

Torna alla lista degli articoli
Top