Blatte e scarafaggi, ecco i loro posti preferiti - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 87 9586 oppure scrivici

Blatte e scarafaggi, ecco i loro posti preferiti

blattaoo1

Durante la stagione invernale, quindi col freddo, ti senti più tranquillo e pensi che l’infestazione di blatte e scarafaggi che avevi trovato quest’estate è solo un brutto ricordo. Molto probabilmente, se il lavoro è stato eseguito per bene, è così. Tuttavia, meglio non abbassare mai la guardia. Blatte e scarafaggi sono insetti molto longevi, resistenti e anche astuti, quindi potrebbe anche darsi che hai ancora qualche esemplare a casa tua ben ben nascosto e tu non lo sai, pronto a far ripartire una nuova infestazione non appena il clima lo consenta.

Niente panico e non ribaltare la casa da cima a fondo, invece vediamo quali sono le caratteristiche delle blatte che ci ritroviamo in casa e dove preferiscono nascondersi, in questo modo avrai un’idea di con chi hai a che fare e potrai procedere con un controllo mirato e intelligente. E se poi trovassi qualche nido di scarafaggio ti diremo come fare a rimuoverlo in sicurezza.

 

Quali sono le specie di blatte e scarafaggi che troviamo in casa

 

Al mondo ci sono oltre 4 milioni di specie di scarafaggi, quindi capisci bene che è un un numero davvero elevato per poterle conoscere bene tutte, ma del resto non tutte queste specie sono diffuse nel nostro Paese e non tutte arriveranno a casa tua. In Italia al momento sono principalmente tre le specie più diffuse: la Blattella germanica, lo scarafaggio marrone; la Blatta orientale, lo scarafaggio nero; la Blattella americana, lo scarafaggio rosso.

Perché è importante riconoscerli? Perché ogni specie di scarafaggio ha le sue abitudini, non tutti amano stare negli stessi luoghi. Questi tre, per esempio, sono tutti amanti di un clima caldo umido, e oltre alla ricerca di cibo questo è uno dei motivi principali per cui entrano nelle nostre case, proprio perché cercano un ambiente consono per la riproduzione.

Se ci pensi oggigiorno in tutte le case c’è un clima sempre temperato, perfino durante la stagione invernale. Così può capitare che degli esemplari che durante l’inverno dovrebbero nascondersi in attesa del ritorno del caldo, siano invece attivi all’interno delle abitazioni, proprio perché il clima caldo favorisce la loro attività. Vediamo quindi rapidamente le principali caratteristiche di questi tre tipi di blatte più diffuse nelle nostre case.

  • Blattella germanica: sono molto diffuse nelle case. Si riconoscono dalle due strisce più scure che hanno sul dorso e un colore di base sul marrone scuro. Hanno una grandezza di circa 12-15 mm quindi non sono grandissime. Questo insetto preferisce il luoghi al chiuso, preferibilmente molto umidi o addirittura bagnati. Ogni femmina è in grado di produrre circa 35-40 uova per ogni ooteca. Le uova si schiudono in un mese circa, dipende dalle condizioni climatiche, quindi si può bene immaginare cosa può succedere se non ci accorgiamo tempestivamente dell’infestazione. Sempre tra le blatte marroni va annoverata anche la diffusissima Supella longipalpla, una delle blatte più piccole, misura tra i 10 e i 15 mm e ha delle strisce gialline sull’addome. Questo tipo di blatta è anche in grado di volare durante il periodo dell’accoppiamento e durante la stagione calda. Amano il caldo e si cibano preferibilmente di alimenti e materiali che contengono amido.

blatta nera

  • Blatta orientale: la blatta orientale può arrivare a una lunghezza di circa 2 cm e mezzo, si tratta quindi di esemplari particolarmente grandi e che non passano di certo inosservati. Il corpo risulta di forma ovale e molto piatto, per questo è in grado di passare anche attraverso le più piccole fessure. Il colore è scuro, uniforme, e per questo si può facilmente distinguere dalle altre specie. Questa specie di scarafaggio detesta particolarmente la luce e invece predilige il clima caldo. Proprio grazie alla loro conformazione fisica, queste blatte possono stare nascoste sotto le tavole del pavimento e perfino sotto le tappezzerie. Attive dopo il tramonto riescono a scalare anche le pareti più lisce.
  • Blattella americana: o Periplaneta americana. Non lasciamoci trarre in inganno dal nome perché questo insetto non proviene dalle Americhe, ma bensì dall’Africa settentrionale. Come le altre blatte che abbiamo fino a ora esaminato, la Periplaneta ama il clima caldo, sia esterno che all’interno delle abitazioni dell’uomo. Più delle case però, questa blatta, ama le fognature, quindi è facile che infesti le fogne urbane o quelle domestiche. Si tratta di un insetto particolarmente grande, arriva a misurare anche 53 mm, e ha un colore ruggine molto caratteristico. Ogni ooteca può contenere circa 16 uova.

 

Dove si nascondono quindi le blatte?

 

Diciamo subito che le blatte sono attirate dalle nostre case dal cibo e dal caldo, come probabilmente si è già capito Grazie alle loro antenne, infatti, possono captare cibo e materiali per loro commestibili, come colle, carta, cartone e così via. Ovviamente non si parla delle loro abitudini alimentari giusto per fare un po’ di gossip, ma perché se stiamo attenti a tenere fuori dalla portata di questi insetti il loro cibo preferito, abbiamo meno probabilità che mirino a infestare la nostra casa.

Iniziamo col dire che sarà difficilissimo avvistare degli scarafaggi di giorno, perché sono amanti del buio e la luce da loro davvero parecchio fastidio, quindi la loro attività si svolge prevalentemente di notte, oppure in quegli angoli bui e silenziosi della casa dove non va mai nessuno, come le cantine e le soffitte.

I nascondigli più sicuri per loro sono quindi quelli caldi e umidi, possibilmente riparati e vicino al cibo. Ti viene in mente nulla? E certo! Il bagno di casa tua, ma anche la cucina. Se è possibile, infatti, questi insetti cercano un avamposto in questi luoghi. Prendiamo per esempio la cucina. Di solito si tratta di un ambiente abbastanza caldo, uno di quelli dove si trascorre più tempo durante la giornata. Al contempo è anche sufficientemente umido dato che il vapore della cottura si forma anche se utilizziamo una cappa.

veleno blatteIl clima è quindi ideale per gli scarafaggi Inoltre il cibo è proprio a portata di mano, per cui si tratta di un ambiente assolutamente ambito dalle blatte. Ovviamente non te le ritrovi sedute a tavola con te, durante le ore del giorno se ne staranno ben bene nascoste. Ma dove? Se hai dei mobili a incasso sta sicuro che li troverai dietro a qualcuno di essi. Abbiamo già parlato della loro straordinaria capacità di appiattirsi e di come possano andare a infilarsi anche nelle fessure più strette. Basterà spostare qualche mobile per trovarne qualcuna.

Prova poi ad aprire le ante del lavello, magari proprio nell’angolo, dietro ai detersivi, verso il muro. Anche quello è un posto che generalmente piace molto a questi insetti. Un altro luogo molto ambito, purché non troppo frequentato, è il retro del frigo, soprattutto se si tratta di un frigo a incasso. Infatti, il calore generato dal motore di questi elettrodomestici piace molto alle blatte.

Passiamo ora in un’altra stanza, il bagno. Ti sembrerà strano che gli scarafaggi possano nascondersi in una stanza frequentata come il bagno, tuttavia, anche qui ci sono angolini che possono piacere parecchio. Per esempio, uno di questi è il mobiletto, se lo hai. Dietro il mobiletto porta asciugamani, se non lo si sposta sovente, possono annidarsi gli scarafaggi. L’ambiente è sufficientemente caldo e decisamente umido, per cui ideale per prolificare.

Cerca dietro ai mobili che non vengono spostati di frequente e sicuramente, se hai le blatte in casa, ne troverai qualcuna.

 

Soffitta e cantina, ma anche ripostiglio

 

Se vivi in una casa come una villetta o una villetta a schiera, dovrai cercare anche in cantina e in soffitta. Anche quelli, infatti, sono posti molto ambiti dagli scarafaggi. Sono ambienti tutto sommato piacevoli, anche se non sempre con la temperatura ideale, ma comunque molto riservati, soprattutto per un letargo invernale. Nelle cantine dovrai guardare nelle zone più umide. Se ci sono scatoloni accumulati e umidità, con tutta probabilità troverai i tuoi ospiti non invitati.

Per quanto riguarda la soffitta è la stessa cosa, devi rimuovere oggetti ingombranti accumulati da tempo e che non vengono spostati da diverso tempo, inoltre se hai delle derrate alimentari controlla benissimo tra queste perché è molto probabile che le blatte si siano nascoste proprio vicino al cibo.

 

Ok ho trovato le blatte e ora come me ne libero?

 

eliminare blatteSe hai trovato le blatte in casa tua non farti prendere dal panico. Se hai trovato un solo esemplare o un paio non è detto che ci sia una vera e propria infestazione, potrebbe essere che lo scarafaggio sia entrato in casa in cerca di cibo ma non abbia prolificato. Controlla bene nelle zone che abbiamo esaminato e verifica che non ci siano ooteche con le uova. Se hai trovato le ooteche è possibile che ci sia un’infestazione in corso e che magari gli adulti si siano nascosti in attesa che arrivi il caldo. Questo è un potenziale pericolo perché non appena la casa sarà più tiepida, le uova si schiuderanno e un numero importante di scarafaggi nascerà.

Se hai trovato le ooteche devi eliminarle subito. Rimuovile delicatamente e portale lontano da casa tua, quindi distruggile. Se hai rilevato la presenza di pochi scarafaggi puoi eliminarli con delle trappole, facendo attenzione se hai degli animali domestici. Dovrai invece ricorrere a una disinfestazione da blatte nel caso in cui gli esemplari che hai avvistato fossero più di uno o se hai trovato qualche esemplare o le ooteche. Non c’è da scherzare perché un’infestazione in corso va stroncata subito e va fatto nel modo più efficace, come solo una ditta di disinfestazione professionale sa fare.

Una volta eliminato il problema fa sempre attenzione e monitora tutti gli spazi di cui abbiamo parlato con cadenza periodica, almeno una volta alla settimana, in modo da stroncare ogni possibile altra infestazione sul nascere. Cura particolarmente l’ordine e la pulizia quotidiana in modo che residui di cibo non attraggano le blatte.

Torna alla lista degli articoli
Top