Allergia alle zanzare, la guida completa - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Allergia alle zanzare, la guida completa

morso zanzara allergici

Il caldo è arrivato con impeto, senza troppo preavviso e portando con sé, in regalo, tante nuove zanzare. Vi erano mancate? Non importa, loro non se ne curano per niente del vostro disagio e, seguendo il loro calendario, sono pronte a deporre migliaia di uova, impazzano alla ricerca del nutrimento adatto per portare a termine questo compito: il vostro sangue! Inutile rinchiudersi in casa, prima o poi si dovrà uscire, oppure saranno loro, in qualche modo, a entrare. Insomma, una zanzara può arrivare a pungere in qualsiasi momento, tanto più che oggi dobbiamo difenderci anche dalle zanzare tigre che infestano le nostre giornate all’aperto. Il problema però non è una puntura di zanzara. Non se non si è allergici, ma se lo si è si possono correre dei rischi anche molto seri, meglio non farsi cogliere alla sprovvista.

 

Differenze tra sensibilità alle punture e reazioni allergiche

 

Tanto per cominciare, prima di parlare di come ci si può difendere dalle punture di queste creature non proprio amabili, è bene avere chiara la differenza tra sensibilità alle punture e allergia, perché la differenza è tanta, soprattutto dal punto di vista del rischio per la nostra salute, e allora iniziamo a vedere chi sono le persone sensibili alle punture di zanzara e che sintomi manifestano.

morso zanzaraSe una zanzara ti punge e senti pochi istanti dopo un forte prurito puoi arrivare a pensare di essere allergico alle loro punture, del resto ci sono persone che vengono punte ripetutamente e nemmeno se ne accorgono. Ebbene, non è detto che tu sia allergico. Tieni sotto controllo la zone e cerca di non grattare (facile a dirsi!). Se nel luogo in cui ti ha punto la zanzara si forma un rigonfiamento, anche esteso e rosso, molto pruriginoso, sei in presenza di un ponfo. Se non si gonfia ulteriormente e non diventa una vescicola, non si formano ematomi, puoi iniziare a stare tranquillo, non sei allergico ma semplicemente sensibile alle punture di zanzare, come buona parte delle persone. Non è che questo sia troppo consolante, perché ci sono poi persone più o meno sensibili e se sei tra queste ultime il fastidioso prurito e il gonfiore nella zona della puntura possono durare anche diversi giorni. Tuttavia non corri rischi seri per la salute se non quello di infettarti, alla lunga, a causa della lacerazione della pelle dovuta al grattarsi.

Cosa puoi fare: utilizza subito una pomata antistaminica blanda, le trovi in farmacia anche tra i prodotti da banco, oppure puoi fare ricorso ai rimedi omeopatici, ottimo il ledum palustre, o ancora utilizzare una pomata alla calendula che attenua il rossore e il ponfo. Se ti sei lacerato nella zona della puntura devi avere cura di disinfettare con dell’acqua ossigenata e, caso mai, per maggiore sicurezza puoi farti visitare dal tuo medico.

 

Se sei allergico te ne accorgi, purtroppo

 

Se sei allergico alle punture di zanzara non puoi non accorgertene fin da subito. In genere i soggetti allergici (non sensibili, ma proprio allergici), manifestano un rigonfiamento che raggiunge il suo apice nel lasso di tempo di due giorni e può rimanere gonfio e tumefatto fino a una decina di giorni. La Sindrome di Skeeter è una delle forme di allergia alla puntura di zanzara più frequente. I sintomi sono delle bolle gonfie, lividi e vescicole che, una volta rotte, rilasciano dell’acqua, come se fossero piccole vesciche dovute a una bruciatura. Il gonfiore della parte interessata, che può presentare anche dei lividi importanti, può non riguardare solo l’area della puntura, ma arrivare a gonfiare anche tutto l’arto, braccio o gamba. Nei casi di allergia più significativa, il soggetto punto dalla zanzara mostra una sorta di eruzione cutanea, come un’esantema o addirittura delle bolle sparse in tutto il corpo, ma per fortuna si tratta di casi estremamente rari.

Nei casi più gravi, invece, si può presentare i sintomi di un vero e proprio shock anafilattico con abbassamento della pressione arteriosa, importanti difficoltà respiratorie, aritmia, gonfiore. In questi casi non si deve perdere tempo e chiamare subito il 118. Nei casi di allergia meno grave, invece, sarà per prima cosa sufficiente sottoporsi a dei test atti a confermare o smentire la sospetta allergia, sarà poi il medico stesso a valutare l’entità dell’allergia e prescrivere, eventualmente, un dosaggio di adrenalina da utilizzare nei casi in cui se ne abbia necessità. In tutti gli altri casi verrà prescritto un buon antistaminico da prendere per tutta la durata del periodo a rischio punture.

 

Ma perché le zanzare ci suscitano una reazione allergica?

 

Probabilmente, se le zanzare non ci inducessero quel fastidioso prurito o non ci scatenassero reazioni allergiche, non sarebbero così odiose quali invece sono. Ma in natura nulla accade per caso e le zanzare non ci fanno stare male perché nascono cattive in quanto sono state disegnate così, c’è un motivo più che razionale. Come ormai molti già sanno, le zanzare sono insetti ematofagi. Chi ci punge sono le femmine e lo fanno per garantirsi il giusto apporto proteico per poter deporre le uova e garantirsi la continuazione della specie. Ma quello che ci fa male non è tanto la puntura, come fosse un aghetto che entra nella nostra pelle, quello che ci fa male è la sostanza che la zanzara ci inocula mentre succhia il nostro sangue.

Nella saliva della zanzara femmina, infatti, sono presenti delle sostanze che hanno sia un’azione anestetizzante che un’azione anticoagulante, antigeni che vanno poi a scatenarci le reazioni di cui abbiamo descritto nei paragrafi precedenti.

 

Come ci si difende una volta punti

 

Una volta che siamo stati punti i trattamenti da seguire sono a carattere locale. Nel caso di sensibilità alla puntura si dovrà cercare di grattarsi il meno possibile, si utilizzerà un disinfettante in caso di infezione e una pomata a uso topico da passare sulla zona della puntura. In caso di allergia conclamata si dovrà sempre viaggiare con un antistaminico idoneo e l’adrenalina qualora prescritta.

 

Come si prevengono le punture di zanzara

 

puntura zanzaraE qui si entra in un discorso forse trito e ritrito, ma non è mai abbastanza. Va da sé che chi manifesta allergie importanti alle zanzare debba evitare luoghi umidi e caldi, per esempio una vacanza ai Tropici potrebbe non essere esattamente una buona idea. Se però non si può evitare di frequentare un luogo infestato dalla presenza delle zanzare, si dovrà cercare almeno di proteggersi dai loro attacchi. La prima protezione è senza dubbio un repellente da spruzzare su tutto il corpo. Oggigiorno troviamo diversi repellenti, tra chimici e naturali, specifici anche per allontanare le zanzare tigre. Ai braccialetti, stick, o salviette è da preferire il classico spray che può comodamente essere portato in borsa.

La seconda protezione efficace sono le zanzariere, ma vale solo se decidiamo di barricarci in casa e non è detta l’ultima parola perché, soprattutto le zanzare tigre, approfittano di ogni minima distrazione, di ogni minimo pertugio per sgattaiolare dentro e pungerci. Se la zona è particolarmente infestata è utile fare ricorso ai classici fornellini con pasticche di repellente a profusione, oppure dispensatori elettrici con ricambi di insetticida.

Per chi non ha un animo troppo sensibile, le racchette elettriche danno una certa soddisfazione, soprattutto la notte quando il sonno viene disturbato dal ronzio tipico delle zanzare.

 

Una buona prevenzione è la mossa vincente

 

Al di la di tutti i palliativi, però, la cosa migliore che si può fare se si è allergici alla puntura delle zanzare è una buona prevenzione nella zona in cui abitiamo. Una buona prevenzione si volge su due fronti paralleli, un’azione larvicida e un’azione atta a uccidere gli adulti, solo così ci si può garantire un’estate senza zanzare. Per una disinfestazione che sia davvero efficace il fai da te non è consigliato e non lo è per il semplice motivo che, se non si hanno le competenze idonee e non si hanno i prodotti più efficaci, sarà solo una perdita di tempo e di denaro.

Cosa può fare un professionista della disinfestazione? Innanzi tutto può monitorare l’area da trattare, scoprendo quali siano gli insetti infestanti, se zanzara comune o tigre, dato che le due hanno abitudini differenti e la zanzara tigre è molto più aggressiva e resistente di quella notturna, la Culex Pipiens. Quindi una ditta di disinfestazione cosa fa? Per prima cosa fa un sopralluogo e poi decide come intervenire. Sovente vengono utilizzati dei sistemi chimici o ecologici per eliminare le uova e le larve e degli altri per uccidere tutti gli adulti. Solo con un’azione combinata ci si potrà garantire il successo e l’efficacia dell’azione di disinfestazione.

Molti pensano che i costi di una disinfestazione siano eccessivamente elevati, è vero? Diciamo che il costo varia a seconda della zona da trattare e a seconda del metodo scelto, in ogni caso no, i prezzi non sono eccessivi, sono congrui a un lavoro professionale svolto con tempi contenuti e con garanzia di successo, ma in generale possiamo dire che sono assolutamente abbordabili per tutti, puoi richiedere maggiori informazioni: http://hampton.it/preventivi/.

 

Le zanzare trasmettono malattie è vero?

 

Sì, purtroppo questa non è una leggenda metropolitana, le zanzare trasmettono malattie virali. Occorre però chiarire che non trasmettono le spore del tetano e che non trasmettono il virus dell’HIV. Questa è una leggenda metropolitana, ma spieghiamo subito che la zanzara quando punge inocula la sua saliva, non sangue, inoltre, anche nel caso in cui dovesse iniettare sangue, il virus dell’HIV sarebbe immediatamente reso inattivo da quelli che sono i processi di digestione della zanzara, ma soprattutto l’HIV è un virus umano che non infetta la zanzara. Invece possono essere trasmessi altri virus che danno luogo a tremende febbri virali, ma nel caso del nostro Pese si può, almeno per ora, stare abbastanza tranquilli, il che non significa che si debba abbassare la guardia.

Torna alla lista degli articoli
Top