Il calendario delle zanzare - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Il calendario delle zanzare

Le zanzare sono soprattutto un problema stagionale poichè il loro ciclo di vita è fortemente influenzato dalla temperatura esterna. Va detto che sono anche degli esseri in grado di sviluppare grandi capacità di adattamento e che proprio per questo possono vivere in condizioni anche molto avverse.

 

Un calendario per monitorare il loro ciclo di vita serve a capire proprio quale tipo di strategia vale la pena utilizzare, se si intende fare una disinfestazione, a seconda del periodo dell’anno in cui ci si trova. Questa attenzione permette di agire in maniera molto più precisa ed incisiva sul problema piuttosto che affidarsi al caso.

Anche se a volte, a causa dei cambiamenti climatici, possono esserci scostamenti di alcune settimane la riproduzione e lo svernamento di questi animali rimangono quasi totalmente invariate.

Si distinguono essenzialmente 4 periodi con oscillazioni di qualche settimana, tra questi il periodo estivo è quello dove si agisce più per emergenza.

 

Le date

 

Da novembre a marzo

L’inverno è sempre stato un periodo in cui si è potuto fare poco perchè le zanzare erano in un momento di svernamento, alcune come adulti, altre come uova a seeconda delle specie. In questo periodo le zanzare sono capaci di resistere anche alle bassissime temperature e solo un costante -10° continuato per almeno 2/3 giorni può debellarle.

L’aumento delle temperature globale ha fatto sì,dunque, che anche in inverno ci siano più zanzare di un tempo, anche se sempre in quantità nettamente minore rispetto all’estate.

 

Da marzo a giugno

Marzo è il periodo in cui avviene la riproduzione, perchè per le zanzare è sufficiente che la temperatura superi i 10° e la fotoesposizione raggiunga le 12 ore e loro possono cominciare a proliferare. In questo periodo è opportuno cominciare a pensare a strategie per la disinfestazione perchè la prevenzione in questo periodo di riproduzione permette di evitare più di qualche sciame di zanzare in estate.

In media le zanzare ci mettono dai 15 ai 20 giorni dalla deposizione delle uova allo sfarfallamento, e ogni zanzara può deporre fino 350-450 uova nella sua vita. Quando le temperature aumentano anche in 6/8 giorni le uova passano dalla deposizione allo sfarfallamento.

 

Da giugno a settembre

Caldo ed umidità fanno si che questo sia il periodo peggiore perchè le zanzare sono particolarmente più aggressive e le persone in questo periodo passano più tempo all’aperto. Anche pochi esemplari possono arrecare un grande fastidio. Questo è sicuramente il momento in cui la necessità di disinfestazioni si fa impellente poichè anche se si è fatta buona prevenzione è il periodo di massima proliferazione favorita dal caldo che fa schiudere le uova in pochissimo tempo.

Si agisce sugli adulti per abbassare la quantità di zanzare presenti e l’intervento si fa tanto più utile quanto più il problema cresce di livello. La loro proliferazione avviene negli ambienti più umidi e se si pensa alle case lasciate vuote per le vacanze, possibilmente con sistemi di irrigazione programmata, non è difficile pensare a quanto sia facile per le zanzare proliferare in poco tempo. Le disinfestazioni possono variare di intensità e diversi sono i metodi utilizzati per tenerle comunque lontane da abitazioni e persone.

Fine agosto è uno dei periodi di massima presenza di questo insetto perchè il tempo di riproduzione che hanno avuto è davvero lungo.

 

Periodo da settembre a novembre

Finito il momento di massima emergenza le temperature permettono di avere zanzare meno aggressive e più lente. Nella maggior parte dei luoghi si preparano a scomparire per tornare la stagione successiva. Solo in casi particolari può essere utile attuare una disinfestazione in questo periodo.

 

Torna alla lista degli articoli
Top