Blatte nella cucina del ristorante, eliminale senza rischi
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Via le blatte dalla cucina del ristorante, ecco come

Riposava sulla schiena, dura come una corazza, e sollevando un poco il capo vedeva il suo ventre arcuato, bruno e diviso in tanti segmenti ricurvi […]

 

Il tuo sogno era aprire un ristorante e ci sei riuscito. Dopo tanti sacrifici e investimenti, finalmente, il tuo ristorante si è fatto un certo nome, la tua clientela ti stima e apprezza la tua cucina, collezioni ottime recensioni e tutto sembra andare nella giusta direzione… fino a quando arrivano loro, le blatte!

hamptonUn’infestazione di blatte è un problema per chiunque, dato che questo insetto non è molto amato, anche e soprattutto per il suo modo di vivere, per come si ciba e per il fatto che immediatamente suscita il pensiero di un qualcosa di sporco e poco igienico, ma per te che hai un’attività nella ristorazione, le blatte sono un dramma. Chi, del resto, vorrebbe venire mai a mangiare in un ristorante dove, di quando in quando, fa capolino una blatta, o peggio, dove si sa che in cucina questi insetti circolano indisturbatamente? Ma non è tutto, perché questa è solo la punta dell’iceberg, per cui se hai un problema di questo tipo non ti resta che correre ai ripari, e devi farlo nel modo giusto, diversamente corri il rischio di non eliminare le blatte e di mandare all’aria tanti sacrifici e investimenti.

 

Cosa succede se vengono effettuati dei controlli

 

Se hai delle blatte in cucina sei a rischio chiusura lo sai? Sicuramente conosci perfettamente le normative di igiene severissime della Asl che regolano l’esercizio della tua attività e, probabilmente, sai anche a quali guai potresti andare incontro, veder distrutto, in pochi minuti, il lavoro e il sogno di una vita. Non pensare che dato che le batte sono in cucina, nessuno potrà mai venire a scoprirlo. Prima di tutto nella tua cucina, a meno che non ci lavori solo tu e la tua famiglia, ci sono delle persone che, anche solo per fare una chiacchierata con gli amici, potrebbero raccontare il triste “segreto” dei tuoi fornelli, e da li a diffondersi la notizia ci vorrà ben poco.

Inoltre, per quanto tu e il tuo personale possiate stare attenti, non è impossibile che una o più blatte abbandonino i locali della cucina per andarsi a fare un giro nella sala, proprio tra i tuoi clienti. Immagina che faccia farebbero se, mentre degustano compiti le gustose e raffinate pietanze che gli proponi, vestiti di tutto punto,  una blatta facesse capolino tra le gambe del tavolo. Come minimo qualcuno un po’ più sensibile griderebbe schifato e tu avresti chiuso, forse per sempre, con la ristorazione. Basterebbe una sola ispezione della Asl, e se trovassero gli infestanti e sgraditi insetti, potresti dire addio a tutto.

blatte-02E non pensare che a te non possa succedere, che si tratti di un solo scarafaggio, altro simpatico nome delle blatte, perché questi insetti non sono esattamente solitari e se una rondine non fa primavera, una blatta fa un’infestazione, perché sta sicuro che non sarà assolutamente sola. Un unico esemplare gravido può deporre un’infinità di uova, uova che depone certo non in bella vista ma negli anfratti nascosti e tiepidi, e tu non puoi sapere a che livello di rischio è sottoposta la tua cucina. Non molto tempo fa in un ristorante capitolino un cliente ha trovato una blatta nel suo delizioso piatto di pasta cacio e pepe… E blatte! Immagina cosa è accaduto: task force dei vigili, con tanto di ispettori della Asl, controlli minuziosi dove anche il più pulito e accorto cade, perché qualcosa che non va, in fin dei conti, si trova sempre, e già che ci siamo anche un controllo della finanza.

Tutto questo si poteva evitare con una semplice disinfestazione da blatte professionale. Ora quel locale a Roma è stato chiuso, anche perché hanno trovato non solo blatte ma diverse incongruenze nei documenti inerenti la contabilità. E tu non vuoi abbassare la serranda per colpa di una blatta vero?

 

Perché le blatte hanno scelto la mia cucina

 

Una delle domande che, chi come te, ha un problema di blatte o vuole evitare di averlo, è quella del perché le blatte hanno scelto proprio il loro locale. Bene, diciamo subito che questo fenomeno di infestazione è abbastanza diffuso, così puoi stare tranquillo e non dovrai colpevolizzarti troppo. Le motivazioni per cui le blatte decidano di infestare un locale piuttosto che un altro sono diverse. Ovviamente ci sono cause evitabili e cause non evitabili, partiamo dalle prime.

Tra le cause della comparsa delle blatte che si possono evitare e che possono quindi permetterti di prevenire il problema c’è l’igiene. Anche se un ristoratore sa perfettamente quali siano le norme igieniche da osservare, anche se parte con tutte le migliori intenzioni di questo mondo, il pericolo di non mantenere lo standard di igiene nel tempo è sempre in agguato. Anche se in principio sei stato attentissimo, può capitare, negli anni, di avere un periodo in cui si abbassa la guardia, o che magari non riesci ad avere il polso perfetto della situazione e a controllare il tuo personale, e allora accade che in qualche angolo un po’ di sporcizia si accumuli.

schMa non deve accadere perché alle blatte bastano davvero poche briciole, una colata di grasso, un rifiuto non sigillato bene. Loro sentono tutto, avvertono la presenza di quello che per loro è cibo e si fiondano a mangiare. Saltiamo a piè pari il modo che hanno di cibarsi, ma usa l’immaginazione e potrai farti un’idea, e parliamo invece di come riescano, per potersi sfamare, a infestare un locale. Come abbiamo visto prima, basta anche una sola blatta gravida, che depone le uova, a infestare un locale. Quando le uova si schiuderanno e le giovani blatte andranno in giro per la cucina eliminarle sarà molto più difficile. Avresti potuto evitarlo! Come? Non abbassando mai la guardia per quanto riguarda l’igiene. Questa deve mantenere sempre e comunque standard molto alto, devi necessariamente, se tieni alla tua attività, essere scrupoloso, gettare i rifiuti o comunque sigillarli perfettamente, e pulire dopo ogni servizio in modo davvero accurato.

E questo ti basterà per scongiurare il pericolo? Purtroppo no. Purtroppo ci sono dei fattori che portano a un’infestazione e che non dipendono da te. Per esempio potrebbero esserci dei piccoli passaggi da cui le blatte entrano, e ancora poi torniamo comunque a un problema di igiene, se è tutto perfettamente igienizzato nel locale potrai contenere il danno, ma anche portando all’interno della tua cucina la merce, quindi le provviste e le materie prime per la tua attività (le blatte si annidano nelle scatole e negli imballaggi). In questo caso,anche se tu oggettivamente non hai colpa, potrebbe scoppiare un’infestazione della cucina. E allora per essere davvero certo di porre rimedio devi agire.

 

La lotta contro le blatte è persa in partenza col fai da te

 

Se pensi di liberarti da solo delle blatte, probabilmente stai sottostimando il problema. Probabilmente non hai un’idea di quanto questi insetti siano difficili da debellare e quante risorse potranno costarti se non dovessi trovare la via giusta per sbarazzartene definitivamente. La prima cosa che ti verrà in mente, a te o a qualche tuo dipendente è quella di utilizzare una bomboletta spray di quelle che si trovano comunemente al supermercato e che, forse, potrebbe andare per un locale privato, un piccolo appartamento, dove non si può certo parlare di una vera infestazione. Per una cucina di un ristorante, però, non è di sicuro la soluzione ideale.

Questi spray, infatti, contengono diverse sostanze nocive e possono fare davvero tanti danni. Inoltre, se passasse un controllo e si rilevasse malauguratamente che hai una di quelle bombolette nella cucina, sai che disastro! Ma allora se la bomboletta non funziona – starai pensando – probabilmente una di quelle polveri professionali mi salverà da questa brutta situazione. La risposta è, ancora una volta, no! Purtroppo anche le preparazioni cosiddette professionali, che si acquistano quindi nei consorzi o in appositi negozi di bricolage e hobbistica o anche nei vivai di piante, non sono la soluzione giusta.

Il perché è semplice: con queste polveri certo, qualche blatta potrai anche eliminarla, ma contemporaneamente potresti inquinare i cibi e gli alimenti che sono nella tua cucina, o contaminare l’ambiente, quindi pentolame e utensili vari. E inoltre non eliminerai tutte le blatte perché con le polveri potrai uccidere qualche esemplare, ma se hanno già deposto le uova aspettati una nuova invasione dei locai della cucina e, forse, di tutto il ristorante, con le conseguenze che sai.

oggy

 

Come eliminare davvero il problema

 

Se hai un’infestazione di blatte in corso, evita i passi falsi, non rischiare di perdere il locale, e non solo che te lo facciano chiudere, ma perderesti anche la reputazione, e quella non si ricostruisce da un giorno all’altro! Devi quindi rivolgerti a professionisti nel settore delle disinfestazioni, solo così potrai essere davvero sicuro di eliminare tutti gli esemplari comprese le uova. Un professionista si avvale di prodotti assolutamente innovativi, ma soprattutto efficaci e che non producono effetti sulle persone e non contaminano i cibi e gli ambienti.

Tra questi quello più utilizzato negli ultimi tempi è il gel, si tratta di una sostanza collosa, appunto colloidale, sotto forma di composto alimentare, quindi decisamente appetibile per le blatte. In questo modo gli insetti vanno a mangiare la sostanza e non solo, la portano, secondo le loro abitudini, all’interno del nido, uccidendo così anche tutti gli altri esemplari, incluse le uova. Questo è inoltre un prodotto ecologico, quindi non è pericoloso per l’uomo, al di la del fatto che agisce prettamente sfruttando le abitudini delle blatte. Se hai un problema con questo insetto, pensaci bene, la soluzione è sotto i tuoi occhi, non correre rischi!

Torna alla lista degli articoli
Top