Le blatte: responsabili di patologie dell'apparato respiratorio - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Le blatte: responsabili di patologie dell’apparato respiratorio

Malattie respiratorie e blatte

Il legame di congiunzione tra le malattie respiratorie e le blatte, è il loro ruolo di veicolo di infezione.

I cambi di stagione e soprattutto l’inizio della primavera, comportano l’insorgenza di numerosi disturbi legati alle vie respiratorie, che spaziano dalle allergie stagionali a quelle causate dalle infestazioni di blatte, vettori di infezioni. Il sistema immunitario, infatti, reagisce nei confronti di sostanze irritanti ed allergeni, accentuando la sua reazione in presenza di blatte, perché essi diventano vettori meccanici di agenti infettivi.

Le blatte, vettori di infezioni

Le infestazioni di insetti sono spesso la causa di patologie respiratorie perché essi agiscono da vettori meccanici di batteri, virus e parassiti.

La principale pericolosità legata ad un’infestazione da blatte è costituita dalla trasmissione di agenti patogeni organici, di cui sono veicoli di trasmissione. Numerosi studi, infatti, documentano il ruolo di questi insetti come ospiti temporanei di batteri, virus, parassiti, protozoi e miceti, responsabili di malattie collegate alle vie respiratorie, sia superficiali che profonde.

La blatta, in qualità di vettore, determina una trasmissione indiretta dell’agente patogeno, modalità che lo rende più difficilmente dimostrabile a differenza delle infezioni dirette, dove l’agente responsabile è direttamente verificabile nell’uomo, poiché la trasmissione non ammette intermediari inorganici, quali cibi o utensili da lavoro contaminati per trasmissione meccanica del patogeno.

Ricerche eseguite in differenti contesti in cui è stata rivelata la presenza di blatte, ha permesso di isolare varie specie batteriche, tra cui primeggiavano Streptococchi, Stafilococchi, Escherichia Coli e Clostridi. Analogamente, altri studi hanno permesso di mettere in relazione le blatte alla trasmissione di patologie virali, tra cui l’epatite.

 

La relazione tra blatte ed allergie respiratorie

Il ruolo delle blatte è determinante nell’insorgenza delle allergie respiratorie e dell’asma, perché veicolo di allergeni.

Il ruolo di vettore meccanico delle blatte non si esaurisce agli agenti patogeni organici, ma sfocia anche in quelli inorganici e negli allergeni, diventando causa determinante nell’insorgenza dell’asma. Tra gli allergeni riscontrati nelle blatte, responsabili della reazione asmatica, vi sono non solo gli acari della polvere, ma anche pollini e pelo di gatto.

La blatta in questo caso, però, non si limita ad essere un semplice veicolo, ma agisce essa stessa come allergene respiratorio attivo, scatenando crisi asmatiche e broncospasmo, perché sono presenti antigeni ed allergeni derivati specificatamente dalla loro saliva, dalle feci o dal corpo.

 

Fattori predisponenti la risposta allergica da blatte

La semplice esposizione alle blatte non sarebbe sufficiente a scatenare le crisi asmatiche, infatti esistono fattori concomitanti che predispongono alla patologia.

La risposta immunitaria agli allergeni delle blatte sono condizionati da vari fattori, alcuni individuali, altri esterni. Tra questi si riconosce prima di tutto una predisposizione genetica alle allergie, ma infierisce sulla buona salute dell’albero respiratorio, anche il tipo di blatte a cui si è esposti, la durata dell’esposizione, l’entità dell’infestazione e l’eventuale presenza di ventilazione che aumenta la volatilità degli allergeni.

Al fine di ridurre al minimo gli episodi asmatici e le patologie respiratorie da blatte, sarebbe necessario effettuare periodicamente una disinfestazione da blatte che permetta di minimizzarne la concentrazione, assicurandosi di non contaminare gli alimenti e riducendo la ventilazione degli ambienti.

Torna alla lista degli articoli
Top