Blatte disinfestazione fai da te, come riconoscerle - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Blatte disinfestazione fai da te, come riconoscerle

Le blatte sono particolari insetti che negli ultimi tempi hanno iniziato ad invadere i centri abitati con una certa insistenza, sia zone pubbliche che private. La loro presenza instaura tutta una serie di problematiche pratiche che comportano importanti risvolti negativi anche nella vita di tutti i giorni, nonché seri disagi igienico-sanitari qualora infestino soprattutto zone deputate alla ristorazione e all’alimentazione. Non sono rari i tentativi di disinfestazione fai da te delle blatte, che puntualmente determinano esclusivamente un ritardo ed un peggioramento della situazione iniziale, perché sempre fallimentari.

Blatte disinfestazione fai da te: i segnali

Quando esiste una presenza eccessiva di blatte in un luogo specifico, riconoscerne i segni diventa fondamentale per richiedere un intervento tempestivo.

Le blatte sono insetti sovrapponibili per forma e dimensioni ai comuni scarafaggi anche se la colorazione variano più dal rosso/castagno al color miele.

La loro presenza è facilmente identificabile da alcuni specifici segni:

 

  1. presenza di escrementi neri simile a polvere sulle superfici;
  2. presenza di macchie irregolari e tendenzialmente marroni su piastrelle, giunzioni e grate di scolo;
  3. presenza di pelle derivata dalla muta negli anfratti dove si annidano;
  4. presenza di eventuali danni sulle superfici di cuoio e libri;
  5. persistente odore di muffa nonostante un’igiene dei locali accurata.

Alcune blatte tendono a rendersi visibili dal tramonto all’alba, perché prediligono un calore indiretto e non intenso come quello del giorno.

Un altro segno fondamentale è la loro presenza costante nei pressi di rubinetti, scarichi, lavandini o in qualsiasi luogo vi sia acqua, stagnante o corrente.

Non tutte le blatte però hanno la necessità di una fonte d’acqua, per cui possono essere riscontrate con facilità anche nei mobili, nei cassetti e in tutti quegli anfratti dove calore ed umidità favoriscono la loro crescita e muta.

Altro importante segnale di una infestazione massiva di blatte è la loro presenza anche in altri ambienti, non necessariamente vicini a canali di scolo e calore: questo indica che la loro popolazione sta crescendo all’interno dell’ambiente al punto tale da doversi spostare anche in zone meno consone.

Ultimo segnale di un certo rilievo è il vederli volare da un luogo all’altro. Questo episodio deve necessariamente seguire alla richiesta di un aiuto professionale perché indica un’invasione già consistente.

Una volta individuate le blatte, disinfestazione fai da te o disinfestazione professionale sono le nostre 2 alternative.

 

Blatte, disinfestazione fai fa te, gli errori

Sono in molti a tentare una disinfestazione delle blatte fai da te, ma gli insuccessi portano solo un ritardo dell’intervento professionale.

Il primo approccio con le blatte è quasi sempre segnato dal tentativo, infruttuoso, di combatterle con metodi casalinghi. La disinfestazione delle blatte fai da te risulta però fallimentare sul nascere perché i prodotti utilizzati e la nebulizzazione non omogenea degli stessi negli ambienti invasi, non porta ad un risultato completo, con il conseguente subitaneo ripopolamento.

Alcuni metodi casalinghi consigliano l’uso del semplice DDT da nebulizzare negli anfratti e nei mobili, ma oltre a rischiare di danneggiare i materiali più delicati, il mezzo chimico non è adatto all’eliminazione totale degli insetti perché non specifico.

Nella disinfestazione delle blatte fai da te vengono anche frequentemente utilizzati prodotti commerciali con azione mirata su questi insetti, ma l’ insucesso del metodo consiste nell’uccisione delle sole forme adulte, mentre uova e ninfe continuano a rimanere protette lì dove sono state deposte. Va infatti ricordato che, non essendo comuni scarafaggi, le blatte non possono essere combattute con i mezzi usati per gli insetti con cui si convive più frequentemente.

 

Blatte, didinfestazione fai da te, la necessità di un intervento professionale

La disinfestazione delle blatte passa attraverso fasi fondamentali che non possono prescindere da un intervento specialistico e professionale.

Quando si riconoscono i segni di un’infestazione da blatte è bene abbandonare anche solo l’idea di intervenire con una disinfestazione fai da te e chiamare invece una ditta professionale.

La disinfestazione richiede infatti passaggi che il metodo casalingo non potrà mai assolvere, per la sua specificità e per la sua efficienza mirata.

Una disinfestazione professionale consiste infatti in un trattamento di bonifica dell’ambiente, che sia chiuso o all’aperto, nel pieno rispetto della natura e degli animali.

Il primo passo richiede un’ispezione approfondita eseguita da un esperto, utile a verificare l’entità dell’invasione soprattutto nei punti più critici, quali: piastrelle, guarnizioni, griglie di scolo, etc.

Attraverso un’osservazione professionale diretta, la ditta potrà individuare la specie di blatte infestante e le zone dove si è maggiormente concentrata l’infestazione. Il secondo passaggio consiste nella bonifica eseguita con l’uso di preparati letali per le blatte ma non nocivi per gli animali, l’uomo e l’ambiente.

E’ inoltre importante che i prodotti utilizzati non lascino residui nei locali, soprattutto se si tratta di cucine.

Infine, segue la fase di controllo e mantenimento attraverso la quale, con ispezioni regolari e periodiche, si può valutare la persistente assenza di blatte e un’eventuale disinfestazione come un intervento preventivo.

 

Torna alla lista degli articoli
Top