Invasione di formiche: come risolvere - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 87 9586 oppure scrivici

Invasione di formiche: come risolvere

formiche

Formiche e cucina non sono due cose compatibili. Eppure, proprio in questo periodo, può capitare di trovarle molto di frequente in casa, e questo può essere un problema. Per farti capire quanto grave possa diventare un’infestazione di formiche, ti vogliamo raccontare quello che è successo a Michela, una signora di Roma che abbiamo aiutato a sbarazzarsi delle formiche, fortunatamente, con successo.

 

Formiche, un nemico silente

 

Quando Michela ci ha chiamati la situazione a casa sua era davvero fuori controllo. Le formiche avevano praticamente infestato cucina, bagno e dispensa. Ovviamente non si pensa mai che si possa arrivare a questo punto. Tutti, quando abbiamo a che fare con le formiche, animaletti talmente piccoli, pensiamo solamente a un fastidio, ma che la cosa rientrerà al più presto, basterà solo spruzzare dello spray apposito e ciao formiche.

Anche Michela pensava la stessa cosa. Quando vide passeggiare la prima piccola fila di formiche dietro ai fuochi della cucina pensò di averle colte in flagrante. Via un po’ di spray e tutto sembrava essere risolto. Qualche giorno dopo trovò delle altre formiche dentro il mobile della dispensa. Anche in quel caso, tolse tutti gli alimenti, un po’ di spray, pulizia e via, anche stavolta era fatta.

Quello era solo il preludio di quanto stava davvero per accadere. Pochi giorni dopo l’invasione di formiche era piuttosto evidente. Formiche dentro i barattoli del sale, tra le provviste, nei pacchi della pasta. Davanti alla porta d’ingresso, proprio sotto la veranda, la ciottola con il cibi umido del gatto era praticamente un accumulo di nero. Centinaia di formiche si erano ammassate sul lauto pasto. Immaginare la disperazione di Michela non è difficile.

Orami arresa all’evidenza di quel disastro e consapevole di essere stata sconfitta dalle formiche, decise di chiederci un preventivo di disinfestazione. Ci siamo quindi recati al suo domicilio e la scena che ci si è presentata davanti non era certo delle migliori. Se Michela ci avesse chiamati prima non si sarebbe mai arrivati a quel punto. Tuttavia, grazie alla nostra esperienza, siamo riusciti a fare una valutazione del problema e a risolverlo in breve tempo. Michela avrebbe risparmiato tempo e denaro chiamandoci subito.

Per evitare di essere invasi dalle formiche è quindi fondamentale fare della prevenzione e conoscere gli esemplari infestanti che esistono nel nostro Paese. Segui questa breve guida ed evita di trovarti nella situazione di Michela.

 

Conoscere le formiche per evitarle

 

formiche invasionePer evitare le formiche devi prima di tutto conoscere le abitudini di questo insetto. Ci sono oltre 13 mila specie di formiche, ma non ti preoccupare, non dovrai conoscerle tutte! Ti basterà riconoscere le specie più presenti sul nostro territorio.

Se sei completamente a digiuno di vita delle formiche e non hai nemmeno mai visto un documentario, devi sapere che si tratta di un insetto davvero molto organizzato. Dal punto di vista sociale e del lavoro le colonie sono formate dalla regina, a cui spetta anche il compito della riproduzione, ci sono poi i soldati che realizzano la colonia e le operaie che, invece, procurano il cibo.

Il nido, che si chiama formicaio, in genere viene costruito vicino alle case o all’interno delle stesse. Solitamente si dice che le formiche non siano dannose per la salute, in effetti non veicolano direttamente patologie, tuttavia possono essere entrate in contatto con qualche contaminante e contaminare a loro volta degli spazi che dovrebbero essere sempre sterili, come per esempio le sale operatorie degli ospedali, oppure luoghi dove l’igiene è indispensabile, come le cucine dei ristoranti.

Insomma, anche da casa tua, comunque, le formiche dovrebbero tenersi alla larga. Vediamo di conoscere le principali presenti nel nostro Paese.

Formica argentina: Il suo nome scientifico è Linepithema humile, è una formica piccola, di circa 1,6 millimetri, con un colore che va dal marrone chiaro al marrone scuro. Non sciama e non punge, tuttavia può mordere. Questa formica è molto presente in primavera, quando nascono le operaie che poi si accoppiano durante i mesi estivi. Sono attratte dalle sostanze zuccherine, tuttavia nella loro dieta rientrano anche piccoli insetti, cereali, frutti e carne.

Le operaie seguono la scia del cibo che avvertono nell’aria e sono in grado di percorrere anche delle grandi distanze, per cui non sempre è facile scoprire il loro nido che, non è detto, si trovi in prossimità della casa. Quando le formiche argentine si insediano in una località, scacciano le altre formiche già presenti.

Formica nera dei giardini: Lasius niger, è una formica la cui lunghezza è di circa 5 mm, per quanto riguarda le operaie, mentre le regine sono più lunghe, circa 15 mm. Hanno un colore marrone scuro che tende al nero e un piccolo segmento tra addome e torace. Sono prive di pungiglione. Queste formiche sono presenti soprattutto all’inizio dell’estate, mentre i maschi fertili nascono un po’ più tardi.

Il nido si trova sovente all’aperto o sotto terra o sotto la pavimentazione degli edifici, preferibilmente nei luoghi più soleggiati. Questo è facilmente riconoscibile per la terra fine che lo circonda. Le formiche nere del giardino prediligono alimenti zuccherini ma si nutrono anche di altri cibi.  Sono le operaie a procacciare il cibo e seguono tracciati ben definiti che portano, appunto, al cibo.

Formica di fuoco: Solenopsis spp, è una formica la cui lunghezza, per le operaie, varia dai 3 ai 6 millimetri, mentre le regine arrivano a misurare anche 1,6 cm. Hanno un colore che tende al rame e al marrone sia sulla testa che sul corpo, sebbene l’addome sia leggermente più scuro. Peculiare di queste formiche è la forma delle antenne che sono claviformi.

Il periodo di maggiore diffusione è l’inizio dell’estate, infatti, la regina sciama dal nido per accoppiarsi, quindi depone fino a 125 uova. Le larve nascono dopo una decina di giorni circa, per poi restare pure per un’altra decina di giorni, anche in questo caso, i maschi fertili nascono più avanti.

Queste formiche, piuttosto aggressive, realizzano un nido che è riconoscibile perché è un cumulo di terreno che può arrivare a un’altezza anche di 40 cm. Se le formiche rosse vengono disturbate aggrediscono, se pungono, dopo 48 ore compare una vescicola. Sono un gravissimo infestante sia per l’agricoltura che per le abitazioni nelle aree urbane, infatti sono capaci di distruggere interi raccolti e invadere le aree residenziali.

L’alimentazione consiste in animali morti e sostanze zuccherine, grassi e proteine.

Naturalmente ci sono molte altre specie di formiche che possono dare fastidio sia in campagna che in casa, come la formica delle zolle, la formica faraone, la formica nera delle case, la formica fantasma ecc. In generale però, la presenza delle formiche in casa si previene allo stesso modo, vediamo.

 

Come prevenire un’infestazione di formiche in casa

 

Il motivo per cui le formiche entrano in casa, come la maggior parte degli infestanti, è la ricerca di cibo. Generalmente sono tutte molto attratte dagli alimenti dolci, quindi le sostanze zuccherine di cui si parlava prima, e appiccicose. Questo è il motivo per cui, sovente, infestano le cucine e le dispense. La regola generale è quella di non lasciare alimenti in giro e tanto meno avanzi di cibo o spazzatura alla loro portata.

Fondamentale è eliminare tutti gli alimenti, sia solidi che liquidi, perfino le briciole e le piccole goccioline, per esempio, di zucchero di frutta o latte.

Si deve spazzare quotidianamente soprattutto l’area della cucina, preferibilmente ogni volta che si sono consumati alimenti, in particolare dolci. Non sono da trascurare le zone poco raggiungibili come sotto gli elettrodomestici.

Il cibo deve sempre essere conservato dentro sacchetti ermetici o contenitori ermetici in modo che il contenuto non venga individuato dalle formiche. Particolare attenzione va posta alla frutta, specialmente quando è molto matura.

Se in casa vive un animale, cane, gatto, piccoli roditori o uccellini, si deve sempre pulire la zona adiacente, l’eventuale gabbietta o le ciotole.

Controllare sempre che non vi siano crepe o fessure che possano fungere da passaggio per le formiche, nel caso debba trovarle, chiudile rapidamente con del silicone.

Attenzione anche al giardino, si deve sempre controllare che l’eventuale spazzatura sia ben richiusa nei suoi contenitori.

 

E se le formiche sono già in casa?

 

Se invece le formiche hanno già preso “possesso” della tua casa ecco cosa devi fare. La prima cosa che ti consigliamo, se l’infestazione è piccola, è quella di seguire l’accesso in casa delle formiche. Ti basterà seguire il loro passaggio per trovare il foro o la crepa. Chiudila immediatamente come descritto prima.

formicheMolti altri rimedi, come quelli della nonna, invece, si sono rivelati inefficaci. La storia di fare un perimetro di borotalco o di sale non trova alcun riscontro. Anche il bicchiere con della birra o del vino non sarà risolutivo.

Purtroppo, ormai assuefatte, nemmeno i comuni spray che si trovano in commercio sono in grado di eliminarle del tutto, inoltre, se in casa hai bambini piccoli o animali, questi, se non usati correttamente, possono rivelarsi una fonte di rischio per la loro incolumità.

Se hai una brutta infestazione di formiche ti consigliamo di non intestardirti nel fai da te, il caso di Michela vuole essere un esempio. Richiedi subito una disinfestazione professionale in grado di eliminare rapidamente e in modo assolutamente efficace anche l’infestazione più difficile.

Da anni operiamo con serietà, professionalità ed efficacia in questo settore, proprio per garantire il massimo delle possibilità di riuscita. Eliminare le formiche nel più breve tempo possibile è importante per poterti consentire di godere a pieno dei vantaggi della bella stagione, come per esempio una cena o una colazione all’aperto, senza avere la fobia che le formiche possano arrivare per poi non andarsene.

Ricorda, un intervento professionale è in grado di individuare subito la tipologia e la gravità del problema, in modo da scegliere subito la strategia più efficace per risolverlo nel più breve tempo possibile.

Torna alla lista degli articoli
Top