Cimici verdi, il cambiamento climatico non aiuta - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Cimici verdi, il cambiamento climatico non aiuta

Il clima sta cambiando, e non è una frase fatta o la solita nenia che si legge sui social “fa troppo caldo“, “non ci sono più le mezze stagioni“, “l’estate non finisce più“. Purtroppo, nonostante in molte regioni il mal tempo abbia imperversato, ci troviamo in un momento in cui il nostro Paese sta vivendo una fase climatica sempre più orientata verso il caldo e i climi tropicali, prova ne siano gli improvvisi e devastanti temporali e un inverno che sa più di inizio primavera o fine autunno. Tutto questo, oltre a causare diversi problemi, sta anche favorendo la riproduzione, e quindi la persistenze presenza, di insetti infestanti che, generalmente, non proliferano in questo periodo, come le cimici verdi. Può quindi capitare di dover avere ancora adesso a che fare con questo insetto che non è del tutto innocuo, ma vediamo più nel dettaglio.

 

Abitudini delle cimici verdi

 

cimici-02Le cimici verdi sono degli insetti che si cibano per lo più di piante (ma non solo) e che non è difficile individuare anche nelle aree urbane, oltre che nelle zone rurali. Solitamente si possono incontrare negli orti e all’aperto, soprattutto verso la fine dell’estate. Le cimici, come detto, si cibano prevalentemente di piante, ma non disdegnano di certo la frutta. Come agiscono? Pungono la frutta per cibarsi e con le loro ghiandole secernono una particolare secrezione che “regala” un odore particolarmente sgradevole al frutto punto. Non solo, ovviamente con il loro intervento rovinano anche altre piante dell’orto che così  non possono essere né commercializzate né consumate.

Un’altra pessima abitudine delle cimici è quella di posarsi sul bucato steso, anche qui, se disturbate, rilasciano la loro secrezione dall’odore piuttosto sgradevole, e il bucato, chiaramente, deve essere nuovamente lavato. Ma veniamo al problema più fastidioso: la presenza delle cimici in casa. Purtroppo è facile ritrovarsele anche ora che dovrebbero essere “a riposo”. In poche parole, il ciclo riproduttivo dovrebbe concludersi a luglio, in estate, dopo di che verso l’autunno gli adulti vanno alla ricerca di un posto caldo dove svernare, e quale posto migliore della vostra calda casa? Il cambiamento de clima però ha favorito il loro proliferare.

 

Come ci si difende dalle cimici

 

Il modo migliore per ridurre al minimo la presenza delle cimici in casa è quello di sistemare delle zanzariere, in modo tale da impedirne l’ingresso. In seconda istanza, quando gli individui presenti sono pochi si deve procedere con l’eliminazione per mezzo di insetticidi ad ampio spettro, ovviamente facendo attenzione se vi sono animali o bambini. Se però le cimici presenti fossero tante, si tratta di una vera infestazione e in quel caso è necessario chiamare dei professionisti se si vuole evitare una pestilenza olfattiva di proporzioni bibliche. In ogni caso mai, assolutamente mai, schiacciare una cimice, ve ne pentireste subito! Meglio catturarla ed eliminarla all’esterno.

Torna alla lista degli articoli
Top