Zanzare: luoghi preferiti, riproduzione e disinfestazione - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Zanzare: luoghi preferiti, riproduzione e disinfestazione

La primavera è il momento in cui si schiudono le uova di zanzare deposte in autunno. Questo è il periodo più indicato per effettuare una disinfestazione dalle zanzare.

 

Le uova svernanti sono infatti molto resistenti e sopportano senza troppi problemi le temperature rigide dell’inverno. Sono uova che riescono a resistere all’essicamento e che possono schiudersi a distanza anche di diversi mesi, quando cioè le condizioni climatiche lo consentono.

Effettuare una disinfestazione dalle zanzare proprio in questo periodo permette quindi di potersi godere tutta la bella stagione senza i fastidi provocati dalle punture di questo insetto.

La presenza delle zanzare tigre

Negli ultimi anni è andata sempre più diffondendosi anche da noi la zanzara tigre.

Rispetto alla zanzara comune, la zanzara tigre presenta una particolare colorazione nera intervallata da striature bianche sull’addome e sulle zampe e una banda bianca anteriormente.

Le larve delle zanzare tigre attraversano quattro fasi durante la loro maturazione. Ogni fase ha una durata variabile a seconda delle temperature atmosferiche e della quantità di nutrimento a disposizione.

Di solito ogni singolo periodo ha una durata di 10 giorni durante la primavera e di circa una settimana durante l’estate. Al termine di queste fasi le larve si trasformano in pupe.

Perché un’azione contro questi insetti sia efficace, sarebbe proprio prima di questo passaggio (da larva a pupa) che dovrebbe essere effettuata una disinfestazione dalle zanzare.

 

La riproduzione delle zanzare tigre

Le larve delle zanzare vivono sulla superficie dell’aqua.

Pozze, stagni, zone umide, accumuli: ogni posto in cui la presenza di acqua sia garantita. Qui si nutrono filtrando organismi e alghe microscopiche attraverso la bocca. Le uova che vengono deposte durante l’estate si schiudono invece poco dopo la deposizione.

Le larve riescono a muoversi soltanto attraverso la contrazione dell’addome. Le pupe, invece si muovono molto più a scatti e non hanno bisogno di nutrimento. Dopo un paio di giorni alle pupe spuntano le ali e così possono iniziare a volare.

Una volta raggiunto lo stadio adulto la zanzara riprende a nutrirsi. Le sostanza di cui il suo organismo ha bisogno sono ricche di liquidi zuccherini.

Prediligono in particolare il nettare che si trova nei fiori. In questo senso hanno la stessa funzione che hanno le api.

La zanzara adulta cerca quindi il partner per dare il via ad un nuovo ciclo riproduttivo. Il maschio delle zanzare è dotato di un sistema succhiante per potersi nutrire di nettare. È invece la femmina la responsabile delle fastidiose punture.

 

I luoghi preferiti dalle zanzare

La femmina delle zanzare tigre punge gli uomini o gli animali sia di giorno che di notte indistintamente.

Ogni puntura equivale ad un pasto. Il sangue, vista la sua ricchezza di proteine, è un alimento che risulta indispensabile per permettere alle uova di maturare. La zanzara predilige deporle singolarmente sulla superficie dell’acqua.

È adatto anche il terreno con il giusto grado di umidità oppure le cavità o rientranze che si ritrovano nei tronchi o sui rami degli alberi.

Dopo aver scelto il luogo ideale vengono deposte dalle 50 alle 80 uova.

Chi si occupa di disinfestazione dalle zanzare conosce alla perfezione i luoghi preferiti per la deposizione delle uova e sa intervenire per eliminare il problema.

 

Torna alla lista degli articoli
Top