Vita da zanzare: la scoperta di questo insetto - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Vita da zanzare: la scoperta di questo insetto

Zanzare in casa: possibili pericoli per la salute dell’uomo

Ad oggi, sono sicuramente le zanzare gli insetti più frequenti all’interno dell’ambiente domestico. Importante conoscere quelli che possono essere i pericoli legati alla presenza di tali insetti per la salute dell’uomo. Fastidiose sono le punture di zanzara che causano un’irritazione locale: proprio questa determina prurito ed arrossamenti.

 

Attenzione va posta soprattutto in caso di soggetti che possano soffrire allergie nei confronti di questi insetti: infatti, in tal caso può svilupparsi lo shock anafilattico e tutti i disturbi ad esso associati. In generale, le punture di zanzare non sono molto pericolose anche se è necessario ricordare che il prurito che ne deriva può essere particolarmente fastidioso: ciò porta il soggetto che è stato punto a grattarsi e la cosa potrebbe dare inizio ad un’infezione.

In caso di infezione a livello della puntura, potrebbero restare dei segni anche abbastanza evidenti sulla cute. Negli ultimi anni le specie di zanzara sono andate sempre più aumentando e sviluppando anche una notevole resistenza nei confronti di diverse sostanze: ecco perché le aziende che si occupano di disinfestazione zanzare hanno deciso di puntare su soluzioni innovative.

Tutto sul ciclo vitale delle zanzare

Le zanzare nascono a partire dalle uova che vengono depositate dalle femmine sulla superficie di strati di acqua stagnante. Una prerogativa per lo sviluppo di questi insetti è proprio la presenza di acqua putrida o stagnante, per cui è necessario fare grande attenzione all’interno di giardini o terrazze dove si annaffiano le piante.

In sede di disinfestazione di zanzare si va ad agire soprattutto sulle larve, ovvero ciò che viene liberato dalle uova e che hanno la capacità di nuotare in acqua. Man mano che le larve che crescono nell’acqua aumentano di volume, si potrà parlare di pupe: si tratta di un autentico intermedio tra le larve e la zanzara adulta.

La zanzara adulta si formerà a partire dalle pupe e precisamente quando a livello del torace di questi organismi si verrà a formare un’apertura dalla quale uscirà l’insetto in grado di allontanarsi dall’acqua e di volare. Il nutrimento più importante scelto dalle zanzare nei primi tempi della loro vita sono le soluzioni zuccherine di natura vegetale che contengono i nutrienti principali. Il ciclo vitale della zanzara è molto influenzato dalla temperatura ed è tanto più veloce quanto maggiore è la temperatura. Ciò spiega perché a livello tropicale tendono a svilupparsi rapidamente le zanzare e a crescere in enormi quantità.

Perché le zanzare pungono l’uomo?

Ciò che spinge sempre più persone a richiedere servizi di disinfestazione zanzare sono i fastidi arrecati dalle punture di zanzara, soprattutto nella stagione calda. Ma perché questi insetti tendono a pungere con frequenza l’uomo? La spiegazione sta nel fatto che la femmina per poter deporre le uova e produrre il loro tuorlo di rivestimento, ha necessità di un pasto di sangue.

Ciò che varia molto tra le diverse specie di zanzare presenti all’interno degli ambienti chiusi sono gli orari in cui questi insetti preferiscono pungere e quindi nutrirsi: ci sono casi in cui assumono sangue la mattina, ma non mancano anche le specie che sono particolarmente attive nel periodo notturno.

Per poter pungere l’uomo ed assumerne la corretta quantità di sangue per la maturazione delle uova, le zanzare femmine utilizzano la loro proboscide che crea un foro a livello della cute. Attraverso questo foro che si viene a formare il sangue potrà passare da un capillare ematico direttamente all’interno della zanzara. Le zanzare riescono ad aspirare buone quantità di sangue attraverso l’utilizzo di saliva che ha proprietà anticoagulanti ed anestetiche. La suzione diventa più rapida, anche se è proprio all’interno della saliva che si trovano le tossine che comunemente causano infezioni di grave entità.

Disinfestazione zanzare: le tecniche principali

Le zanzare possono arrecare disturbi e notevoli fastidi all’uomo, motivo per cui è necessario procedere ad un’accurata disinfestazione di zanzare all’interno di luoghi chiusi come case ed uffici. Tra gli interventi più diffusi per la disinfestazione di zanzare troviamo senza dubbio l’irrorazione di pareti e superfici interne con cui gli insetti vengono a contatto.

In questo modo, mediante l’utilizzo di atomizzatori, verranno usate delle soluzioni che hanno effetto immediato contro la presenza di zanzare in casa. Oltre a questa, si parla anche di trattamenti per saturazione ambientale: in questo caso si parla di una tecnica innovativa e che presenta diversi vantaggi. Nebulizzatori e bombolette insetticide a svuotamento automatico, oltre ad altri prodotti di natura chimica, permetteranno di eliminare le zanzare all’interno di un ambiente chiuso in modo efficace.

Diversi sono gli impianti a nebulizzazione disponibili e con cui ottenere un’ottima disinfestazione zanzare. I principi attivi che vengono utilizzati sono biocompatibili e, anche quando spruzzati in presenza di piante e vegetali vari, non avranno conseguenze dannose per il verde di casa propria.

Torna alla lista degli articoli
Top