Identificazione infestanti: come scoprire ospiti sgraditi - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Identificazione infestanti: come scoprire ospiti sgraditi

Infestanti da casa: quali sono?

Sono diverse le specie di infestanti che possono essere presenti all’interno di una casa o in qualsiasi ambiente chiuso. Prima di procedere all’identificazione infestanti, è utile conoscere le caratteristiche di ciascuna specie in maniera tale da capire di cosa si tratta e come eventualmente intervenire.

 

La tipologia di infestanti più diffusa e a cui è necessario fare notevole attenzione è quella delle blatte. Ne esistono di diversi tipi ma tutte hanno la capacità di crescere e proliferare alle temperature presenti all’interno delle case. Senza dimenticare che esistono anche una serie di insetti che potrebbero risultare pericolosi anche per la salute dell’uomo. Grande attenzione agli insetti striscianti, ovvero quelli che potrebbero mordere e causare dolore ed infiammazione, senza dimenticare le possibili allergie.

Tra questi troviamo le termiti, i tarli del legno, le pulci, alcuni infestanti degli alimenti, le cimici dei letti ed altri ancora. Inoltre, attenzione anche ad insetti volanti che possono facilmente spostarsi: termiti alate, vespe, calabroni, tarme, zanzare ed altre specie.

Identificazione infestanti: cosa bisogna fare

Grande attenzione va posta nei confronti dell’eventuale presenza di scarafaggi all’interno della casa. Utile è tenere in considerazione alcune indicazioni utili in merito all’identificazione infestanti. Le blatte rientrano nella categoria degli scarafaggi che possono essere maggiormente presenti all’interno di una casa.

Per riconoscere una blatta americana basterà identificare il colore tipico marrone-rossastro con ali molto lunghe ed le estremità chiare ai lati del corpo. Altra specie molto invasiva è la blatta germanica, diffusa in diversi ambienti domestici: può essere riconosciuta mediante il suo tipico colore marrone chiaro e delle strisce scure a livello della testa.

Inoltre ha dimensioni abbastanza ridotte ed è frequente trovarla in fessure e crepe o altre zone della casa dove c’è umidità. Diffusa è anche la blatta orientale col suo colore nero lucido e dimensioni pari a quelle di un pollice oltre ad una forma ovale caratteristica.

Da cosa riconoscere la presenza di infestanti

Per l’identificazione infestanti è utile effettuare una attenta valutazione dei diversi ambienti domestici. Nel caso in cui venga trovato qualche scarafaggio, sia esso vivo o morto, è opportuno controllare l’area in cui è stato rinvenuto. Potrebbe non trattarsi di un caso isolato ma di una infestazione che richiede l’intervento di aziende specializzate che possano garantire igiene totale per la casa. Inoltre, testimonianza dell’infestazione potrebbe essere anche il rinvenimento di cambi di pelle o ooteche, ovvero involucri che fanno parte del corpo degli scarafaggi o delle uova.

Questo potrebbe essere il segno cruciale per l’identificazione infestanti. Da non sottovalutare anche la presenza di escrementi: questo potrebbe voler dire che gli scarafaggi hanno stabilito come loro habitat un ambiente della casa e va perciò posto rimedio.

Utile per l’identificazione infestanti è anche la possibilità di notare danni ad oggetti ed arredamenti della casa: la maggior parte delle blatte domestiche e degli altri infestanti sono onnivori. Perciò rosicchiano diversi materiali come legno, carta, plastica e molti altri ancora.

Torna alla lista degli articoli
Top