I segnali che indicano un'infestazione di acari - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

I segnali che indicano un’infestazione di acari

“Le stelle sono tante, milioni di milioni” recitava il jingle di uno spot, ma gli acari sono senza alcun dubbio molti, molti di più. La presenza di questi piccolissimi esseri è molto frequente, si trovano praticamente ovunque, sì, anche a casa tua. Dovremmo vivere in un’ambiente completamente asettico per non incontrare acari, ma sappiamo bene che questo è impossibile, per cui  metti in conto che si trovano anche tra le tue lenzuola. Però non ci si deve allarmare fino a quando non vi sia una vera e propria infestazione e non si sviluppi un’allergia.

 

Quando l’acaro colpisce

 

Non tutti gli acari sono uguali e non tutti causano una reazione allergica. Come dicevamo è praticamente impossibile che in casa non vi siano degli acari, così come è normale che, per quanto ci si metta d’impegno, un minimo di polvere ci sia sempre. Bisogna però sapere che vi sono acari assolutamente innocui, altri che invece liberano delle sostanze allergizzanti molto irritanti per l’uomo. Ma perché l’acaro vive in casa nostra? Semplicemente perché si ciba di forfora, unghie, peli (stiamo parlando di cellule più che altro e piccolissimi frammenti non allarmarti!) che vengono rilasciate nell’ambiente. Ecco perché l’acaro ama starci così vicino, ed è per questo che, solitamente, vive proprio a contatto con noi, nel nostro letto!

L’idea non è piacevole, è vero, ma per fortuna si tratta di esserini talmente piccoli che non siamo assolutamente in grado di vederli senza un ingrandimento al microscopio, però ci sono, e ce ne accorgiamo nel momento in cui iniziamo a manifestare delle intolleranze. Infatti, rendersi conto di una possibile infestazione di acari non è poi così difficile perché i segni della loro presenza sono diversi. Il tipo di acaro che nuoce alla salute dell’uomo è quello che appartiene al genere Dermatophagoydes, un acaro che abita, guarda caso, proprio nei materassi, tappeti, cuscini, pupazzi, tende e libri, e che causa delle allergie nell’uomo.

 

Acaro della polvere, ti dichiaro guerra!

 

acari-01Se ci sono le condizioni ambientai idonee gli acari possono letteralmente infestare la casa, immagina che si possono sviluppare circa 5 mila acari per ogni grammo di polvere! Chiaro che se un acaro non fa primavera, migliaia di individui inizieranno a dare qualche disturbo. Questo accade perché la tipologia di acaro Dermattophagoydes, che appunto si ciba di nostre sostanze organiche sparse nell’ambiente, rilascia oltre 20 tipi di sostanze allergizzanti e che quindi causano problemi all’uomo. Tra questi i più comuni sono i disturbi dell’apparato respiratorio, quali asma e difficoltà respiratorie, ma si possono verificare anche riniti, congiuntiviti e sfoghi pruriginosi sulla pelle, pizzicore alla gola e gonfiore.

Insomma, non è certo divertente, soprattutto per i soggetti più sensibili, avere a che fare con questi esserini. E allora non resta che combatterli e ridurre al massimo la loro presenza. Eliminarli del tutto è possibile? Si, con una buona disinfestazione ci si riesce, ma si deve poi evitare di creare loro una condizione ambientale favorevole, diversamente torneranno in breve tempo. Vediamo come sbarazzarci degli acari qualora non ci sia una vera infestazione.

 

Come mi accorgo che ci sono acari in casa

 

Prima di capire come fare a liberartene devi capire se ci sono. Ovviamente non puoi vederli, quindi ti accorgerai della loro presenza in altro modo. Tanto per iniziare se in casa hai un’umidità superiore al 60% e magari anche una temperatura attorno ai 24-25 gradi, allora sappi che è molto probabile che gli acari ci siano. Quindi la prima regola è avere dei deumidificatori e non mantenere così elevato il tasso di umidità. La presenza dell’acaro vene poi percepita una volta che ha iniziato a darci reazioni allergiche. Se manifesti starnuti, tosse, forte difficoltà respiratoria, se ti lacrimano spesso gli occhi, se si arrossano gli angoli (congiuntivite), se ti pizzica la gola  se ravvisi degli sfoghi che prudono sulla pelle, soprattutto nelle ore notturne, allora è certo che in casa ci sono gli acari.

Ti resta solo una cosa da fare, eliminarli!

 

Prevenire i proliferare degli acari

 

acari-03Se hai un’infestazione in corso e se ti fa stare molto male, la cosa più sensata che puoi fare è quella di richiedere una disinfestazione professionale che in poche ore ti renderà nuovamente vivibile la tua casa alleviando i sintomi del tuo disagio. Ma prevenire è sicuramente molto meglio che curare, per cui quello che devi fare è avere delle accortezze. Prima di tutto controlla il tasso di umidità e regolati di conseguenza come abbiamo visto prima. In secondo luogo cerca, per quanto ti sia possibile, di eliminare la polvere quotidianamente, se non si forma la polvere gli acari non prolificheranno fino a infestare.

Puoi utilizzare aspirapolvere e vaporella per pulire soprattutto il letto e il materasso. Cambia regolarmente le lenzuola e lascia respirare il materasso qualche minuto prima di cambiare la biancheria. Lava spesso le tende e dove possibile spolvera libri e lava pupazzi di peluche che accumulano molta polvere. Puoi utilizzare anche degli appositi spray che si trovano in farmacia atti a rallentare la formazione degli acari. In ogni caso, se sei un soggetto allergico è bene tu faccia disinfestare periodicamente la tua abitazione.

Torna alla lista degli articoli
Top