Disinfestazione zanzare: rimedi "zanzare fai da te", che non funzionano - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Disinfestazione zanzare: rimedi “zanzare fai da te”, che non funzionano

La diffusione delle zanzare è in continua crescita e ciò rende sempre più necessario il ricorso alla disinfestazione contro questi insetti. In particolare, è indispensabile usufruire di specifici servizi di monitoraggio, di controllo e di repressione delle zanzare. Soprattutto, con l’inizio della bella stagione le zanzare cominciano ad infastidire con le loro punture, diventando una vera e propria persecuzione nel corso delle ore serali e notturne.

Zanzare: le diverse specie.

Vi sono diverse specie di zanzare, che si distinguono per alcuni tratti e per l’aggressività più o meno accentuata. Vi è, per esempio, la Culexpipiens, nota anche come la zanzara comune o di casa, che vive principalmente nei pressi dei centri abitati e che agisce in particolare durante le ore notturne. La femmina di questa specie di zanzare punge l’uomo e gli animali a sangue caldo, al fine di nutrirsi del sangue indispensabile per la produzione delle uova.

Un’altra specie di zanzare è detta Aedesalbopictus o “zanzara tigre”. Essa è nota per la sua particolare aggressività e per il fatto che è attiva anche durante le ore diurne. Si caratterizza per la circostanza di pungere celermente, fuggendo immediatamente.
La terza specie, chiamata Aedescaspius, nelle aree costiere e pianeggianti, anche se si sposta per parecchi chilometri, riuscendo a colonizzare anche i centri abitati. La grande diffusione di tutte le specie di zanzare dipende dalla notevole resistenza delle uova.

Zanzare: i rimedi “zanzare fai da te” che non funzionano!

Per sconfiggere le zanzare, molte persone adottano dei rimedi fai da te, che però, spesse volte, non danno risultati ottimali. Tra i rimedi “zanzare fai da te“, vi sono, per esempio, gli oli essenziali, il cui profumo risulta molto fastidioso per questi insetti. Gli olii lavanda, di limone, di citronella e di geranio sono utili, ma hanno un’efficacia circoscritta, perchè allontanano le zanzare solo dalle zone del corpo, in cui è presente l’olio. E’, inoltre, necessario passare parecchie volte l’olio, per mantenerne gli effetti.

Tra i rimedi “zanzare fai da te“, vi è anche l’uso di aceto e di limone posti in un piatto. Essi generano un odore molto intenso, che riesce ad allontanare gli insetti per un pò. Ancora nei rimedi “zanzare fai da te“, vi sono inoltre le candele arricchite con gli oli essenziali di geranio, citronella e lavanda. Anche questo metodo ha, però, effetti limitati nello sconfiggere le zanzare.

Alcune persone utilizzano anche delle piante sul terrazzo, al fine di repellere questi insetti. In particolare, usano la menta, il basilico e la lavanda. Anche l’aglio potrebbe essere un repellente contro le zanzare. Tra gli altri rimedi “zanzare fai da te“, rientrano infine le zanzariere, che tuttavia non liberano dal pericolo che tali insetti entrino nell’abitazione, nei pochi momenti in cui si aprono le zanzare.

Zanzare: le diverse metodologie di disinfestazione.

Vista la scarsa efficacia dei rimedi fai da te, sarebbe opportuno ricorrere alla disinfestazione contro questi fastidiosi insetti, che viene generalmente effettuata durante gli stadi larvali. Questa tipologia di intervento deve essere posta in essere nel corso dei mesi di Marzo ed Aprile. Essa si sostanzia nell’inserimento di alcune compresse antilarvali, che contengono principi attivi a ridotto impatto ambientale, nelle aree, in cui si trovano le zanzare e soprattutto nelle zone, in cui gli insetti depositano le loro uova, di solito nei ristagni d’acqua.

Al fine di eseguire correttamente la disinfestazione delle zanzare antilarvale, è rilevante controllare con accuratezza tutte le aree di ristagno dell’acqua ed i potenziali focolai di sviluppo delle larve delle zanzare. Questo metodo di disinfestazione contro le zanzare consente di eliminare in maniera celere un notevole numero di insetti, usando modeste dosi di insetticida.

In un momento successivo, ovverosia dal mese di Aprile fino a quello di Ottobre, si possono effettuare interventi adulticidi, finalizzati ad eliminare la zanzara adulta. Questa tipologia di intervento si effettua, mescolando alcuni prodotti con l’acqua. Un atomizzatore, successivamente, nebulizza il prodotto ottenuto fino a venti metri di altezza, diffondendo le piccole gocce d’acqua in aria e sulla flora.

Naturalmente, questo tipo di intervento risulta maggiormente invasivo rispetto a quello utilizzato nello stadio larvale delle zanzare, dal momento che sparge nell’ambiente circostante una specifica quantità di insetticida. Ne deriva che un ottimale intervento antilarvale riduce la necessità di effettuare quello adulticida o, comunque, diminuisce la quantità di insetticida da usare nella fase successiva a quella larvale.

E’ importante quindi sottolineare come sia fondamentale l’utilizzo di prodotti per la disinfestazione zanzare a bassa tossicità, registrati presso il Ministero della Salute come presidi medico-chirurgici e forniti di autorizzazione. Sono, inoltre, a basso impatto ambientale e vengono diluiti nel rispetto di quanto riportato sulla scheda tecnica del prodotto. La disinfestazione contro le zanzare è, quindi, un efficace metodo di contrasto nei confronti di questi insetti!

Torna alla lista degli articoli
Top