La disinfestazione fai da te degli insetti con le trappole elettriche  - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

La disinfestazione fai da te degli insetti con le trappole elettriche 

Cosa comporta l’infestazione di insetti

La forte presenza di insetti può essere un serio pericolo igienico-sanitario sia in campo civile che in campo agrotecnico. Batteri normalmente presenti nella cute umana o nell’intestino possono divenire patogeni se trasportati dalle mosche. L’infestazione delle mosche è un problema molto serio che negli ultimi anni ha causato diversi problemi di insofferenza sociale; per questo urge capire come poter abbattere gli insetti che infestano, o potrebbero infestare, le nostre abitazioni, i nostri uffici e le nostre aziende. Ci sono diversi metodi per agire, sia con sistemi naturali che con sistemi più artificiali: in questo articolo saranno descritte le azioni da intraprendere nel caso si voglia utilizzare il metodo delle trappole elettriche, dette anche sistemi di elettrocuzione, un sistema molto pratico da utilizzare e efficace.

 

 

Prima di agire con la trappola

Dapprima bisogna eseguire un monitoraggio del problema, studiando l’ambiente e la gravità dell’infestazione, valutare i parassiti presenti e il progetto di un piano di lotta all’infestazione. Poi si passa agli interventi di lotta veri e propri, che possono essere effettuati con trappole elettriche, e poi controllare che non ci siano più insetti e parassiti presenti, che quindi il piano di lotta abbia avuto successo.

 

Conoscere il nemico

La conoscenza della specie di insetti che infestano i nostri ambienti è una cosa fondamentale se vogliamo affrontare al meglio una disinfestazione fai da te degli insetti con le trappole elettriche. Ci sono insetti volanti, come le mosche e le zanzare, insetti striscianti come blatte, pulci, formiche, ragni, scorpioni, acari e zecche e insetti alimentari come lepidotteri, ditteri, coleotteri e acari.

 

Trappole elettriche: un buon rimedio

Il sistema di elettrocuzione per gli insetti, conosciuto anche come trappola elettrica, può essere acceso di notte lasciandolo in una cantina, in una soffitta o un’altra zona buia, in modo che attiri gli insetti e li folgori con una scossa abbastanza potente da ucciderli sul colpo. Fare questa operazione seguendo ovviamente le indicazioni del produttore. La mattina poi bisogna spazzare o aspirare le cimici morte.

 

Altri accorgimenti da tenere

Per prevenire i rischi di infestazione di insetti, quando è possibile, bisogna uccidere gli insetti all’esterno delle abitazioni, preparandosi al cattivo odore caratteristico delle cimici, per esempio,  che però servirà anche da segnale per le altre cimici che si allontaneranno dalla zona; inoltre uccidendo le cimici solo e solamente all’aperto il cattivo odore potrà diffondersi e svanire in maniera più rapida.

Un’altra cosa che può essere effettuata è sigillare ogni crepa e apertura in muri o altre superfici (battiscopa, finestre, porte o solai, ad esempio) con dello stucco, riducendo così il numero di insetti che entrano in casa. Altro accorgimento è quello di mettere delle zanzariere nei condotti di ventilazione, e strofinare l’ammorbidente nelle zanzariere ogni giorno finchè non si è risolto il problema degli insetti. Gli ammorbidenti con forte profumo o odore funzioneranno molto meglio di quelli con aroma delicato o senza profumo, e questa soluzione dovrebbe ridurre le cimici dell’ottanta per cento in una o due settimane dall’inizio del trattamento.

Torna alla lista degli articoli
Top