Come fare la disinfestazione zanzare in modo professionale - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Come fare la disinfestazione zanzare in modo professionale

Il problema delle zanzare è sempre più comune, in particolar modo nelle zone ad alta densità di popolazione, in cui questi fastidiosi insetti, creano vere e proprie colonie, solitamente in prossimità di luoghi in cui sono presenti ristagni di liquido. L’arrivo della stagione calda è accompagnato dal bisogno di ricorrere alla disinfestazione zanzare professionale per debellare i focolai creati da questi insetti, in quanto i comuni insetticidi in vendita nei supermercati non sono sufficienti.

Disinfestazione zanzare: le diverse specie di zanzare

Le zanzare presenti nelle città si dividono in diverse specie, ma le più comuni sono essenzialmente 3: la zanzara “Culexpipiens“, la zanzara “tigre” (“Aedesalbopictus“) e la “Aedescaspius“.

La prima specie è quella più comune in assoluto nei centri urbani ed esce principalmente durante la notte. Anche la zanzara “tigre”, così chiamata per via della sua aggressività e del suo corpo coperto da striature bianche e nere, è tipica dei centri abitati, ma, a differenza della prima specie, è attiva anche durante le ore di luce. L’ultima delle tre tipologie di insetto più comuni è l'”Aedescaspius”, una zanzara tipica del territorio costiero, che, grazie alla sua capacità di percorrere lunghi tratti, si sposta periodicamente verso i centri urbani per procurarsi il nutrimento necessario per deporre le uova.

Disinfestazione zanzare professionale: l’eliminazione di larve e uova

Per effettuare la disinfestazione zanzare in modo professionale i metodi più comuni sono due: il primo (più utilizzato in quanto ha un impatto ambientale minore), è quello che va ad agire sull’eliminazione delle larve, mentre il secondo è quello con cui vengono sterminati gli esemplari adulti (meno utilizzato in quanto l’insetticida viene a contatto con l’intero territorio).

Il primo metodo si basa sull’eliminazione delle larve e viene solitamente eseguito durante i primi mesi primaverili. Questo tipo di processo di disinfestazione zanzare va ad intervenire nelle zone in cui gli esemplari adulti depongono le uova (solitamente nelle aree in cui è presente acqua stagnante). La disinfestazione zanzare avviene tramite l’utilizzo di insetticidi poco dannosi per l’ambiente, solitamente sotto forma di compresse a rilascio graduale, in grado di estirpare interi focolai di larve in modo veloce.

Questo metodo agisce solo in zone circoscritte, evitando così di contaminare gli altri organismi viventi ed utilizzando solo minime quantità di sostanze chimiche. Prima di effettuare questo tipo di processo di disinfestazione zanzare, è necessario valutare attentamente quali sono le aree in cui sono presenti le colonie, in modo da stabilire con certezza dove si dovrà intervenire.

La disinfestazione zanzare volta all’eliminazione di uova e larve viene solitamente effettuata tramite gli insetticidi “I.G.R.”, tra cui è presente il “pyriproxyfen“, sostanza a rilascio lento, la cui azione può durare anche più di un mese. Ovviamente, quando ci si rivolge a ditte dedicate alla disinfestazione zanzare professionale, i prodotti insetticidi utilizzati sono certificati dal “Ministero della Salute” e sono a basso impatto, sia per quanto riguarda l’ecosistema ambientale, che riguardo al rischio di intossicazione degli esseri umani che vivono nei pressi delle zone trattate.

L’intervento di disinfestazione zanzare sugli esemplari adulti

Questo tipo di disinfestazione zanzare viene svolto successivamente a quello larvicida, e va ad intervenire sugli esemplari adulti. Il processo avviene tramite delle sostanze chimiche che, diluite in acqua, vengono nebulizzate in aria sopra la zona da disinfestare.

Questa tipologia di disinfestazione ha un maggior impatto ambientale rispetto a quella precedente, in quanto la sostanza insetticida viene cosparsa per l’intera area e andrà ad influire, non solo sulle zanzare, ma anche su piante ed altri organismi. È dunque importante svolgere una buona azione larvicida prima di ricorrere all’eliminazione delle zanzare adulte, in modo da ridurne sensibilmente il numero e da poter svolgere la seconda disinfestazione utilizzando meno sostanze chimiche.

Come prevenire l’infestazione delle zanzare?

Quando si parla di disinfestazione zanzare, la responsabilità di debellare i focolai presenti nelle aree pubbliche, come fiumi e parchi, è a carico del comune della zona. Tuttavia, per diminuire il numero di zanzare presenti nei luoghi abitati è necessaria la collaborazione dei residenti: secondo gli ultimi studi, la maggior parte delle colonie di zanzare si forma in territori privati.

Per questo motivo, è essenziale porre attenzione alle zone a rischio presenti nelle proprietà private, in modo da poter prevenire l’infestazione di questi fastidiosi insetti. Per farlo, è necessario seguire delle semplici linee guida, in grado di diminuire sensibilmente lo sviluppo delle zanzare. Per prima cosa è importante evitare di creare ristagni di liquido all’aria aperta, facendo attenzione a grondaie, vasi e sottovasi, abbeveratoi per cani e gatti, annaffiatoi, gazebi e fontane.

Un valido aiuto quando si parla di disinfestazione zanzare può essere anche quello di servirsi di animali larvivori, come i pesci gambusia e pesci rossi.

Torna alla lista degli articoli
Top