Combattere le punture di zanzara: rimedi naturali e non - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Combattere le punture di zanzara: rimedi naturali e non

Con l’arrivo dell’Estate, ecco che si presentano anche loro: le zanzare! Con il loro insopportabile ronzio che non ci permette di dormir bene, e le loro fastidiose punture causa di prurito e infiammazioni.
Ma contro questi piccoli insetti, che spesso e volentieri sono un grande nemico, si può fare molto.
Esistono infatti molti rimedi contro le punture di zanzare in caso già abbiano già punto, e qualche tecnica che possiamo utilizzare per far si che non si avvicinino troppo al nostro habitat.

Rimedi contro le punture di zanzare: come non farle avvicinare

Se siamo realmente intenzionati a combattere la piaga delle zanzare, e dormire bene durante le calde notti estive, dobbiamo prima di tutto evitare che si avvicinino a noi e che si riproducano nelle vicinanze delle nostre abitazioni. Le zanzare depongono le loro uova nei ristagni d’acqua, ma l’ossido di rame uccide le uova. Quindi se avevete piante nel balcone o in casa, ponee nel sottovaso dove si accumula l’acuqa, un pezzetto di filo di rame (quello che usano gli elettricisti, senza guaina protettrice però), questo eviterà di dargli un sitio confortevole dove riprodursi. Montare zanzariere è un’altra operazione utile, come porre almeno per l anotte dei zampironi elettrici.

Rimedi contro le punture di zanzare: cosa fare se ci hanno già punto

Se tutte le tecniche per tenere lontane le zanzare adottati fin’ora sono stati inutili, ecco qui di seguito alcuni consigli per alleviare le sofferenze che producono le loro punture.
A parte la quantità svariata di creme che vendono in farmacia, potete infatti utilizzare alcuni “rimedi della nonna”.

Prima di tutto il ghiaccio, che con il suo effetto anestetico, vi darà sollievo contro il prurito, evitando così di grattarvi e aumentare l’irritazione.
e l’effetto del ghiaccio però scompare troppo velocemente, altri prodotti naturali presenti normalmente nelle nostre case, avranno un effetto anti-infiammatorio se strofinati sulla puntura. Aglio e cipolla, hanno un effetto antibiotico, antiseptico e funghicida, e contro le punture di zanzara sono fenomenali, anche se non sono gli alleati perfetti del “buon odore”.

In caso quindi non volete emanare odori particolari, mischiare un cucchiaino di bicarbonato con due di miele, creerete una pasta antisettica e cictatrizzante che vi darà sollievo per una decina di minuti, e che ridurrà notevolmente l’infiammazione.
Se però siete esausti delle zanzare e volet utilizzare metodi più veloci ed efficaci ma completamente naturali, potete andare in erboristeria e comprate dell’olio essenziale di lavanda, che con le sue proprietà levitine farà si che avrete un poco di pace dal prurito, o meglio ancora sarebbe acquistare del TEA TREE OIL, che con le sue proprietà disinfettanti causerà un leggero prurito per 5 minuti, ma curandovi completamente la punture dell’insetto.

Rimedi contro le punture di zanzare: quando i rimedi post- puntura non bastano

Se avete applicato zanzarere in utte le finestre della casa, posto zampironi, piantano gerani nei balconi, ma ugualmente questo insetto fastidioso non vi lascia dormire la notte, costringendovi a porvi nella pelle unguenti e olii tutto il giorno, significa che purtroppo vete un nido proprio in casa.Le zanzare infatti amano i ristagi d’acqua per rispordursi, ma non è detto che in assenza di essi non abbiano creato il loro nido in un angolo umido della casa con poca luce solare.

In questo caso, per incontrare un poco di pace, l’unico rimedio è liberarvi del nido in modo definitivo affidarsi ad un’azienda di disinfestazione, che con prodotti molto particolari e efficaci, ma non nocivi per l’uomo.
Una delle soluzioni migliori per salvare la vostra estate, e non renderala un inferno causato dalle zanzare.

Torna alla lista degli articoli
Top