Bacillus thuringiensis israelensis per controllare le larve di zanzare - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Bacillus thuringiensis israelensis per controllare le larve di zanzare

Cosa è il Bacillus Thurigiensi Israelensis

Il Bacillus Thuringiensis Israelensis è un batterio presente nel suolo e viene usato come insetticida biologico per la disinfestazione dalla larva di ben trenta tipi di zanzara. La larva si intossica con l’ingestione delle spore e dei cristalli prodotti dal batterio stesso. Il batterio fu scoperto dagli israeliani nel 1979 e infatti il nome completo lo ricorda.

Quando usare il Bacillus Thurigiensis Israelensis

I prodotti larvicidi sono necessari per controllare i focolai di larve di zanzara che non si possono eliminare e dove si possono verificare dei ristagni come i tombini, pozzetti stradali e tutti gli ambienti dove l’acqua è presente e che assolutamente non è necessario inquinare con degli insetticidi chimici molto dannosi. Questi trattamenti devono essere effettuati da Aprile a Ottobre e vanno ripetuto ogni qual volta ci siano delle piogge abbondanti anche perché il batterio è poco resistente nell’ambiente. 

 

Come viene usato il Bacillus Thurigiensis Israelensis

Il Bacillus Thurigiensis Israelensis viene irrorato direttamente nelle acque dove si sviluppano le larve delle zanzare e il suo potere insetticida si misura in Unità Tossiche Internazionali per ogni milligrammo di prodotto. L’rrorazione viene fatta in procinto dell’apertura delle uova delle zanzare. Viene irrorata anche nelle zone marittime o in zone abitate nei pressi dei fiumi o dei laghi dove le zanzare possono proliferare. Durante i periodi estivi molti comuni fanno delle campagne di disinfestazione con il Bacillus Thuringiensis ma la dove i comuni non arrivano bisogna attrezzarsi e cercare di acquistare il prodotto che è in vendita in tutte le farmacie ed è di facile utilizzo e offre molte più garanzie che un normale disinfestante chimico che è anche molto dannoso sia per l’uomo che per l’ambiente.

Tossicità

Il Bacillus Thuringiensis si è rivelato non tossico e sicuro per gli animali e per l’uomo e il suo rischio è stato classificato come minimo o non esistente e inoltre ha un basso impatto ambientale perché viene rapidamente degradato dalla luce del sole e anche dai microrganismi presenti nell’acqua e nel terreno e non produce derivati tossici.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che il Bacillus Thuringiensis può essere tranquillamente usato per combattere le infestazioni di parassiti in tutte le colture agricole e orticole e in tutti gli ambienti forestali. Risulta innocuo anche negli ambienti acquatici e addirittura nei serbatoi dell’acqua potabile. Da esperimenti fatti sugli animali risulta innocuo in quasi tutti i casi anche di sovra dosaggio e sulle piante si dissolve nell’arco di pochissimo tempo a causa dei raggi solari. Sembra che sia nocivo e mortale solo per le larve delle zanzare e per i parassiti che si desiderano combattere.

Come agisce

Una volta che le larve avranno ingerito i cristalli e le spore, il Bacillus Thuringiensis agisce come un veleno intestinale. I cristalli si dissolvono nell’intestino delle larve portando a paralisi le cellule del tratto intestinale e bloccando la loro digestione. In questo modo smettono le attività di alimentazione e le larve finiscono per morire. La morte delle larve può sopraggiungere nell’arco di poche ore o in alcuni casi anche di un giorno o due. Il Bacillus thurigiensis non è assolutamente tossico contro la zanzara adulta quindi il suo impiego serve per prevenire la formazione delle zanzare uccidendole quando ancora sono delle larve che spesso si trovano nei ristagni di acqua.

 

Torna alla lista degli articoli
Top