Allarme zanzare: disinfestare con le lampade UV-C germicida - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Allarme zanzare: disinfestare con le lampade UV-C germicida

Anche se la stagione estiva sembra ancora lontana, è sempre bene giocare d’anticipo.

Con l’arrivo del caldo e delle belle giornate, infatti, a rovinare questo quadro idilliaco e tanto agognato arrivano loro, le zanzare.

 

Un tempo fastidio notturno o serale, ora, bisogna rimanere vigili tutto il giorno a causa delle zanzare tigre, arrivate negli anni ’90 e acclimatatesi nell’area del Mediterraneo, nonostante siano originarie delle zone tropicali e subtropicali.

È buona norma quindi, per evitare spiacevoli piccoli inconvenienti, o peggio, reazioni allergiche dalle implicazioni più gravi, premunirsi di mezzi che consentano di liberarcene.

Il problema delle zanzare non riguarda più soltanto le località marittime, anche le aree urbane ne sono diventate un ricettacolo e, aumentando la richiesta di rimedi, abbiamo visto moltiplicarsi i prodotti che dovrebbero fungere da deterrente per questi fastidiosi insetti.

Uno dei metodi efficaci e amico dell’ambiente per scacciare le zanzare è quello di installare una lampada UV-C germicida.

Vediamo nel dettaglio cosa sono questi apparecchi, anche noti come lampade germicide

Con questa locuzione si intende una lampada particolare che produce una luce ultravioletta UV-C, ovvero tale da avere una lunghezza d’onda che, essendo corta, riesce ad agire sul DNA creando dei dimeri di timina, conducendo alla morte della cellula colpita.

Una lampada UV-C germicida, per tanto, può essere utilizzata non solo per risolvere il problema zanzare, ma anche per neutralizzare virus, batteri e altri microorganismi.

L’efficacia di questi prodotti dipende essenzialmente dal tempo di esposizione, dalle variazioni di potenza della sorgente UV-C che si riverbera sulla lunghezza d’onda elettromagnetica, dalla presenza di particelle che possono proteggere i microorganismi e gli insetti dall’UVC e, infine dalla capacità stessa della specie colpita di resistere alla radiazione durante l’esposizione.

Per aumentarne l’efficacia, spesso, basta favorire la circolazione ripetuta dell’aria, nel caso delle zanzare, o dell’acqua per fa sì che la radiazione ultravioletta colpisca meglio i microorganismi e li irradi a più riprese.

  • È bene installare lampade UV-C, come ovvio, in ambienti in cui non vi siano oggetti che ne ostacolino l’azione.
  • Inoltre, un’altra nemica delle lampade UV-C è la polvere.
  • Sarebbe necessario, dunque, sottomettere questi apparecchi a una manutenzione periodica e attenta.

Anche il materiale dell’apparecchio ha un ruolo nell’eliminare le zanzare, se infatti il “telaio” della lampada è riflettente, allora la sua efficacia si rivelerà maggiore, è l’alluminio ad avere il più alto tasso di riflessione tra i metalli.

Evitate di esporle, poi, in punti troppo ventilati o, raffreddandosi, avranno effetti ridotti.

 

Torna alla lista degli articoli
Top