Il pesciolino d’argento, fastidioso problema che anima le notti in casa nostra - Hampton
icona telefono Chiamaci subito! 06 89 879 586 oppure scrivici

Il pesciolino d’argento, fastidioso problema che anima le notti in casa nostra

Cosa sono i pesciolini d’argento

Innocui per gli esseri umani e non particolarmente dannosi per l’arredo, i Lepisma saccharina, meglio conosciuti come pesciolini d’argento, sono piccoli insetti frequentemente presenti nelle nostre case.

Parassiti lucifughi, i pesciolini d’argento amano nascondersi, nelle ore diurne, tra le piccole crepe dei muri, dietro i battiscopa o negli angoli bui degli armadi. Nelle ore notturne preferiscono invece aggirarsi indisturbati alla ricerca del cibo di cui si nutrono, ovvero di tutto ciò che contiene amido e polisaccaridi: cellule morte provenienti dal nostro corpo (pelle, capelli, forfora), tessuti naturali (cotone, lino, seta), adesivi, colle e carta incollata (fotografie, francobolli, libri).

Come eliminarli

Col passare del tempo, la loro presenza può diventare infestante e il disagio procurato raggiungere livelli di intollerabilità. Eliminarli diventa dunque un obiettivo primario. Esistono vari metodi per tentare di tenere lontani i pesciolini d’argento, misure passive e attive, atte di contrastarne la proliferazione.

Misure passive

La prima cosa da fare al fine di rendere inospitale l’ambiente domestico è senz’altro quella di pulire accuratamente la casa e di sistemare il cibo in zone alte e possibilmente sigillate.
Altro importante deterrente consiste nel tenere i livelli bassi di umidità, deumidificando spesso l’aria: i pesciolini d’argento prediligono, infatti, ambienti umidi e non tollerano quelli secchi, specie se accompagnati da alte temperature.

Misure attive

Diversi rimedi naturali sono in grado di tenere lontani questi parassiti, la maggior parte di essi consiste nell’utilizzo di prodotti facilmente reperibili sul mercato. Tra questi, risultano particolarmente sgraditi ai pesciolini d’argento l’alloro, il rosmarino, i chiodi di garofano, la menta piperita e la citronella. Una soluzione efficace ma temporanea consiste nel preparare dei piccoli sacchetti, riempiendoli con alcune di queste foglie e sistemandoli nei punti strategici della casa, quali, ad esempio, mobili e librerie.

Un altro rimedio naturale per eliminare i pesciolini d’argento prevede l’allestimento di trappole. Anch’esse di facile preparazione, consentono di catturare ogni notte parecchi esemplari. Una efficace trappola consiste in un vasetto di vetro rivestito di nastro di carta, all’interno del quale dovrà essere posizionato del pane. Attirati dal cibo, i pesciolini d’argento entreranno nel vasetto non riuscendovi poi ad uscire a causa delle pareti interne troppo lisce.

Uno dei metodi più diffusi è rappresentato, tuttavia, dall’utilizzo dell’acido borico; inserito nelle fessure nelle quali si ipotizza la presenza di questi parassiti, ne garantisce la morte in pochi minuti. Altamente irritante, è però sconsigliato quando in casa vi sono dei bambini o degli animali domestici.

Soluzione definitiva

Nonostante i procedimenti sin qui prospettati rappresentino buone soluzioni “temporanee”, il metodo migliore per sconfiggere il problema resta comunque quello di chiamare una ditta specializzata nella disinfestazione che, in poco tempo, ci consentirà di dire definitivamente addio ai tanto odiati insetti.

Torna alla lista degli articoli
Top